Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato inter

GdS – Rebus Conte, Zhang proverà a mediare. Partita aperta: ecco le richieste del club. Allegri si scalda

Antonio Conte e Steven Zhang, Getty Images

Domani ci sarà il tanto atteso face to face tra il tecnico salentino e la dirigenza nerazzurra

Raffaele Caruso

"Si preannunciano 48 ore roventi in casa Inter. Cresce l'attesa per il face to face tra la dirigenza nerazzurra e Antonio Conte, dopo le parole del tecnico salentino rilasciate nel post partita di Siviglia-Inter.

"Come riportato da La Gazzetta dello Sport tutto fa pensare ad un divorzio tra le parti e lo sbarco a Milano di Massimiliano Allegri,corteggiato anche dal Psg. Ma la partita resta aperta e nulla è da escludere, anche perché in ballo ci sono tanti soldi: 47 milioni di euro per l’esattezza.

"Oggi Conte rientrerà a Milano, mentre nel pomeriggio i dirigenti nerazzurri faranno il punto della situazione. Per Zhang l’esonero al momento non è una via percorribile, il presidente chiederà conto al tecnico delle uscite pubbliche che tanto hanno fatto discutere e poi ascolterà quanto avrà da dire Conte.

"Se il dialogo verterà sul dualismo tra l’allenatore e la dirigenza, nello specifico l’a.d. Marotta, Zhang non aprirà la porta, nonostante la stima enorme che ha nei confronti di Conte, al quale ha già riconosciuto i meriti per la stagione appena conclusa.

"Altrimenti bisognerà capire se le distanze saranno colmabili, se il mercato prospettato dalla proprietà si sposerà con le idee di rafforzamento dell’allenatore. A Conte la società chiederà comunque di limitare uscite pubbliche velenose come quelle recenti. Ma se non si trovasse un punto d’incontro sulle prospettive, allo stesso modo non è automatico che si possa raggiungere un accordo veloce sul lato economico.

"Non è da escludere che Zhang provi a giocare la carta della mediazione. Perché, agli occhi di Zhang, Conte è comunque il primo allenatore che ha reso l’Inter competitiva ai massimi livelli sotto la sua gestione. Una pista che non va esclusa a prescindere anche perché ci vorrebbe coraggio a smontare tutto dopo un solo anno e certi risultati. Se poi questo coraggio alla fine in qualche modo comparirà, Allegri è pronto a raccogliere l'eredità di Conte un'altra volta e a rimettersi in gioco in Serie A.