Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato inter

Cellino: “Tonali andrà via, abbiamo un patto. Inter o Juventus? Sarà lui a decidere, spero resti in Italia”

Il presidente del Brescia rivela che nerazzurri e bianconeri potrebbero essere in pole

Antonio Siragusano

"Un'intervista, quella rilasciata questa mattina sulle pagine di Tuttosport, in cui per la prima volta il presidente del Brescia Massimo Cellino parla del futuro di Sandro Tonali. Insieme a Chiesa, stiamo parlando del gioiellino italiano più ambito in questo momento e che, a fine stagione, andrà sicuramente via. Lo stesso numero uno del Brescia ha infatti svelato il patto stretto ad inizio campionato con il centrocampista già nel giro della Nazionale Italiana. E, stando agli indizi disseminati tra le parole del presidente Cellino, Inter e Juventus sono i club più vicini in Italia.

"Quante società la chiamano per Tonali, io gioiellino del suo Brescia?

"A gennaio una squadra importantissima è venuta da me dicendo che voleva Tonali. Io non ho fatto cifre, ma soltanto una domanda: lo faresti giocare subito titolare in Champions League?".

"La risposta quale è stata?

"'Te lo lascerei a Brescia fino a fine stagione'. E allora gli ho detto: 'Grazie, ma allora me lo tengo io del tutto e ne riparliamo a luglio'".

"Negli ambienti del mercato gira voce che lei abbia trovato un accordo con un club già per l'estate?

"A febbraio ho ricevuto un'altra richiesta importantissima e non ho detto nulla con Tonali con l'intento di fargli una bella sorpresa a giugno. Il nome della squadra non posso dirlo, tanto purtroppo il Coronavirus ha cambiato tutto".

"Dirigenti e procuratori prevedono cifre più basse in estate: calerà anche il prezzo di Tonali?

"Il mio sogno sarebbe tenerlo, Tonali. Sarei disposto a fare i salti mortali. Ma ho un patto con Sandro, che è un ragazzo d'oro. Lui sa che quando mi chiederà di andare via, io lo lascerò partire".

"Tornando al prezzo?

"Non ne farò una questione di prezzo, l'importante è che Tonali scelga con il cuore. E sia solo lui a decidere".

"Tonali da ragazzino tifava il Milan: intende questa per scelta di cuore?

"Ma chi è il Milan? Una volta c'erano Galliani e Berlusconi, maestri a cui mi sono ispirato. Comunque non sono sicuro che Tonali tifasse Milan, per certo so che adorava Gattuso".

"Gattuso è l'allenatore del Napoli...

"Un conto era il giocatore idolo, un conto è l'allenatore. Cambia tutto".

Lei invece, con quale maglia vedrebbe bene Tonali dopo Brescia?

"Per Nainggolan, ai tempi del Cagliari, ho rinunciato ai soldi della Juventus perché ero convinto che Radja avesse bisogno del calore di Roma e ho avuto ragione. Tonali è un ragazzo più freddo, del nord. Però dentro è un sentimentale. Ecco perché, siccome sono romantico, mi piacerebbe vederlo alla Roma o al Napoli. Però difficilmente succederà. Io preferirei che restasse comunque in Italia".

"Così resterebbero Inter e Juventus...

"La Juventus è cresciuta molto con Agnelli e Paratici. Nell'Inter c'è un proprietario straniero e non ho ancora avuto il piacere di conoscerlo. Però hanno Marotta, un dirigente top per il quale nutro grande rispetto. Vedremo... dipende da Tonali, sarà lui a scegliere. Ma spero che resti in Italia e che giochi. Deve diventare un Iniesta".

Pensando al futuro, quale giocatore sogna per il Brescia?

"Chi mi piace, ma non posso permettermi, è Lautaro Martinez del Brescia".

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/