Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

esclusive

Indiscrezione PI – Papu Gomez, Inter e Milan alla finestra. Conte dice sì, ma ecco le 3 condizioni per l’arrivo

Alejandro Gomez, Getty Images

Attesa per l'arrivo del mercato di gennaio, quando il fantasista argentino potrebbe diventare un'occasione a prezzo contenuto

Daniele Najjar

"Quale futuro per Papu Gomez? Dopo l'ormai noto litigio con Gian Piero Gasperini, il fantasista argentino pare essere sempre più distante da Bergamo e sembra possa essere messo sul mercato in vista di gennaio. Ancora non è chiaro però, in che modo si risolverà la vicenda, ed a quali costi. Il numero 10 ha un contratto che lo lega alla Dea fino al 2022. Si parla di un accordo da trovare per rescinderlo, così da permettergli di trovare facilmente una nuova sistemazione, vista l'età non più verdissima. L'Inter? Secondo quanto raccolto dalla redazione di Passione Inter ci sono almeno 3 condizioni per assistere ad una eventuale offerta nerazzurra.

"ILCOSTO - Il fattore principale per l'interessamento dei nerazzurri che, va detto, esiste, al pari di quello del Milan: i due club milanesi sono alla finestra, in prima fila in attesa di capire gli sviluppi della vicenda. Da non escludere poi un tentativo da parte anche di Roma e Napoli. Interessamenti comunque non si traducono, ad oggi, a contatti od offerte, poiché appunto la situazione è ancora tutta in divenire. Conditio sine qua non dell'offerta nerazzurra comunque è che Gomez possa effettivamente arrivare a parametro zero, o quasi.

CONTE - La seconda considerazione da fare è che in caso di approdo a Milano poi, Conte non si opporrebbe, anzi. E' vero infatti che ricopre un ruolo simile a quello che oggi ha Eriksen, che non sta trovando spazio. Ma è anche vero che il Papu non avrebbe la pretesa di essere un titolare inamovibile e, nelle rotazioni di centrocampo ed attacco, sicuramente tornerebbe utile alla squadra nella lotta scudetto. Posto che poi il modo di giocare dell'argentino è sicuramente più adatto a rendersi utile negli schemi di Conte, rispetto a quello del danese, decisamente più improntato all'attacco. Qui la condizione dunque è che non arrivi un'offerta più allettante di quella nerazzurra dal punto di vista personale: a parità di offerta il giocatore potrebbe anche decidere di andare da chi gli garantisce la maggior importanza.

VENDERE - La terza condizione per il suo approdo, non affatto secondaria, è che ad oggi Gomez non è la priorità per l'Inter e Conte. La priorità invece oggi, come più volte ribadito dal tecnico, è quella di sfoltire la rosa dai giocatori che non fanno parte del progetto. Ora più che mai, vista l'eliminazione dalle coppe europee della Beneamata.