Inter-Sanchez, c’è l’accordo! Contratto e ingaggio spalmato fino al 2023: ora si prova a chiudere con lo United

L’attaccante cileno vuole rimanere a Milano. C’è però ancora distanza con il club inglese e il tempo stringe

di Raffaele Caruso

L’Inter e Alexis Sanchez sono sempre più vicini. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, tra l’attaccante cileno e il club nerazzurro c’è un accordo per allungare di una stagione, fino al 2023, il contratto che il Niño Maravilla ha attualmente con il Manchester United.

Tre anni invece dei sostanziosi due, ciascuno da 12 milioni più bonus per un totale di 15 milioni netti all’anno. L’Inter spalmerebbe questa cifra, rivedendola al ribasso e usufruendo anche del Decreto Crescita che ridurrebbe l’impatto a bilancio dell’ingaggio del cileno.

E’ presto però per cantare vittoria, il Manchester United va ancora convinto. I Red Devils, dopo aver alzato un muro per il rinnovo del prestito, non sono disposti a fare sconti per il costo del cartellino.

L’Inter è disposta a rilevare Sanchez in questa finestra di mercato ma non vuole pagarlo, facendo leva sul risparmio in termini di ingaggio che gli inglesi avrebbero nelle prossime due stagioni. Qui c’è distanza perché il Manchester è sceso da 20 a 15 milioni, cifra con cui l’attaccante cileno è iscritto a bilancio.

Marotta ha fretta perché tra 8 giorni c’è il Getafe. Conte non può fare a meno del cileno che ha già detto sì all’ipotesi di spalmare il suo ingaggio, dimostrando così tutta la sua voglia di rimanere a Milano. La palla ora passa all’Inter che deve chiudere l’affare con il Manchester entro il 5 agosto.

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

LIVE Calciomercato Inter – Sanchez più vicino ma lo United non molla. Tonali in arrivo, Musso nel mirino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy