inter news

Accadde Oggi – 20 gennaio 2008, Ibrahimovic mostra i muscoli e ribalta il Parma: l’Inter trionfa a San Siro

Zlatan Ibrahimovic, Getty Images

Una rimonta in pieno stile nerazzurro: lo svedese è il protagonista dalla partita

Marco Accarino

"Il 20 gennaio del 2008, sul campo di San Siro, andava in scena una autentica notte a tinte nerazzurre. Una di quelle notti piene di emozioni e di paure, di gioie e di dolori. Ancora una volta - come spesso accadrà in quegli anni - è Zlatan Ibrahimovic a prendersi la scena con una prestazione davvero eccezionale. La puntata odierna di "Accadde Oggi" vi racconta il film di Inter-Parma.

"La prima occasione della partita è sui piedi di Reginaldo, il suo tiro viene però stoppato dalla retroguardia interista. Poi arriva il gol di Esteban Cambiasso: il centrocampista argentino sfrutta un pallone vagante in area del Parma ed è bravo a bucare la difesa di Bucci, portando l'Inter in vantaggio al termine del primo terzo di gara. La gioia dura poco perché dopo appena 9 minuti un Reginaldo in formato maxi trova il corridoio giusto per servire Cigarini che insacca con un sinistro forte e preciso che si insacca all'angolino basso, battendo Julio Cesar.

"Nella ripresa la partita si fa dura: Ibra e Crespo provano a trovare il nuovo vantaggio ma non c'è niente da fare. Reginaldo giganteggia a centrocampo e si invola verso la porta nerazzurra ma inspiegabilmente esita troppo, sciupando così la palla dell'1-2. Il Parma cresce e sugli sviluppi di calcio d'angolo Couto colpisce il pallone di testa, impattando il palo che gli nega la gioia del gol. E' il preludio al gol che arriva da lì ad una manciata di minuti: Gasbarroni calcia in maniera perfetta una punizione angolata, mandando il pallone sotto l'incrocio dei pali. L'intervento di Julio Cesar non è abbastanza ed a San Siro è il Parma ora a condurre. La porta di Bucci sembra stregata quando Cambiasso va vicino alla doppietta personale con un bel colpo di testa, ma il portiere avversario con un riflesso incredibile salva il risultato.

"La svolta arriva quando Ibrahimovic colpisce a botta sicura verso la porta lasciata libera da Bucci: il pallone è destinato ad insaccarsi ma Couto interviene in maniera scomposta. L'impatto avviene effettivamente con la testa del difensore portoghese, ma la mano sinistra del difensore - portata a livello della testa - trae in inganno la terna arbitrale che dà il calcio di rigore. Ibrahimovic è glaciale e non sbaglia, pareggiando i conti. Due minuti più tardi è ancora lo svedese ad andare a segno, sfruttando alla perfezione un cross delizioso di Julio Cruz e trovando così la doppietta proprio allo scadere del tempo di gioco. L'Inter porta a casa tre punti fondamentali per la sua corsa allo scudetto.

"