Adriano: “L’Inter? Ho realizzato un sogno. Mi mancano i tifosi nerazzurri e il calcio. Io ‘Imperatore’ perché…”

L’ex attaccante brasiliano è stato protagonista della nuova puntata del format “Inter Calling Kids”

di Raffaele Caruso
adriano favelas

L’imperatore Adriano ha lasciato un ricordo indelebile nel cuore di tutti i tifosi nerazzurri. L’ex attaccante brasiliano è stato protagonista della nuova puntata del format “Inter Calling Kids”, dove ha risposto alle curiosità degli iscritti delle Inter Academy Brasil.

L’arrivo all’Inter: “Guardavo sempre le partite in tv, è stata un’emozione enorme per me poter firmare con l’Inter. Giocando per questo club ho realizzato un sogno, ho lottato per questo e Dio mi ha dato l’opportunità di entrare in questa famiglia”.

Il soprannome:Sono rimasto sorpreso quando hanno iniziato a chiamarmi così. Il capo della tifoseria venne da me e mi disse che da quel giorno sarei stato chiamato così. Ne ero però molto felice, perché Dio mi ha benedetto con questo soprannome”.

L’addio al calcio:Mi sono operato due volte al tendine d’Achille e questo mi ha causato diversi problemi. Ho smesso di giocare anche con i miei amici, è difficile riprendersi da due operazioni così e tornare a giocare, quindi con molta tristezza ho smesso. Mi manca giocare a calcio, mi manca soprattutto l’allegria dei tifosi del Flamengo e dell’Inter”.

Il consiglio ai più piccoli: “Non è facile emergere e diventare un calciatore. Serve tanto lavoro. Ci sono barriere da superare e serve la motivazione giusta per non arrendersi mai e inseguire il tuo obiettivo. Nel calcio ci sono momenti belli e brutti, ci vogliono coscienza e tanta forza per non arrendersi”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy