Le PAGELLE di Atalanta-Inter: Lautaro non basta, Brozovic torna Epic. Handanovic, che succede?

I voti e i giudizi del big match della 7a giornata di Serie A

di Raffaele Caruso

HANDANOVIC 5 – L’Atalanta non tira praticamente mai in porta. Alla prima occasione viene infilato. Poteva fare sicuramente di più, il tiro non è sicuramente irresistibile e angolato.

SKRINIAR 5 – Torna al centro della difesa dopo tanto tempo. Viene saltato in un’occasione con troppa facilità da Zapata che lo lascia sul posto, si perde Muriel che per poco non fa 2-1. Sbaglia tanto anche in fase di impostazione.

DE VRIJ 5,5 – Fa a sportellate per buona parte della gara con Zapata che non è certamente un cliente facile. Rimedia un cartellino giallo per aver interrotto una ripartenza pericolosa, va in difficoltà nel finale.

BASTONI 6,5 – Il migliore dei 3 dietro. Si fa vedere anche in avanti, confeziona un cioccolatino sulla testa di Vidal che spedisce di poco alto.

DARMIAN 6 – Dopo pochi minuti rifila una ginocchiata a Zapata al limite dell’area di rigore, poi cresce e l’Inter si rende più pericolosa dalle sue parti nel primo tempo. Una sua bella discesa non viene conclusa da Lautaro a pochi passi dalla porta. Bene anche nella ripresa. Conferma le ottime indicazioni delle prime uscite.

83′ HAKIMI S.V.

BROZOVIC 6,5 – Parma, Real Madrid e Atalanta. Forse è tornata la versione Epic di Brozovic. Bene assieme a Vidal, sia in fase di impostazione che interdizione. Una sua bellissima apertura di sinistro dà il via al gol di Lautaro.

VIDAL 6,5 – Sfiora il gol di testa dopo un grande inserimento in area di rigore, nel secondo tempo tutto solo si fa ipnotizzare da Sportiello. Un errore che pesa come un macigno. A centrocampo però oggi è lui il padrone con Brozovic. Recupera palloni e li gioca decisamente con più precisione rispetto a Madrid. Ammonito per un brutto fallo su Gomez.

70′ GAGLIARDINI 6 – Entra in un momento difficile della partita per aiutare la squadra nel finale e dare sostanza al centrocampo nerazzurro.

YOUNG 6,5 – Molto attento in fase difensiva con diagonali precise sul temibile Hateboer, in avanti ha lui la meglio contro il rivale della Dea realizzando l’assist per lo 0-1 di Lautaro. Sfiora anche il gol con un destro a giro dal limite dell’area di rigore.

83′ D’AMBROSIO S.V.

BARELLA 5,5 – Sicuramente è tra i più spremuti da Conte, nel primo tempo non si fa praticamente mai vedere in avanti. Cresce nella ripresa, sfiora anche il gol ma Sportiello si supera sul suo tentativo e su quello di Vidal. Ci ha sicuramente abituato a prestazioni di altissimo livello.

LAUTARO 7 – Va fatta una premessa. Scende in campo dopo aver accusato un problemino muscolare nel riscaldamento. Dopo pochi minuti sfiora il gol dopo una bella discesa di Darmian ma cicca a pochi passi dalla porta il pallone. E’ nervoso e gioca un brutto primo tempo, rimediando anche un cartellino giallo davvero evitabile nel primo tempo. Si riscatta nel secondo tempo portando in vantaggio l’Inter con un’incornata da vero Toro.

73′ LUKAKU 6 – Nonostante una condizione fisica precaria cerca di fare il massimo aiutando la squadra con il solito lavoro di sponda.

SANCHEZ 6 – Tanto lavoro sporco per lui, il Niño Maravilla cerca di farsi vedere serpeggiando tra la difesa bergamasca. Rimedia calcioni e tratta tanti palloni sporchi. Di più non può fare.

73′ PERISIC 6 – Ha poche occasioni per farsi vedere in avanti.

Siamo LIVE ora su YouTube. Entra a commentare la partita con noi

freccia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy