Bagnoli: “Verona impressionante, bella l’Inter ma Thohir non è Moratti”

di

Ha portato l’Hellas Verona alla conquista dello scudetto e per questo non poteva non essere chiamato in causa per dare una lettura di come sarà la sfida tra il Verona di Mandorlini e l’Inter di Mazzarri. Osvaldo Bagnoli, intervistato da Tuttosport, non ha nascosto la sua sorpresa nel vedere questo scoppiettante inizio di campionato dell’Hellas: “Sapevamo che potevamo partire bene, ma il quarto posto è davvero oltre ogni concezione. Nessuno poteva immaginarselo neppure in società. Ora chissà, se dovessimo confermarci potremmo essere definiti una matricola terribile“. Ma di fronte ci sarà pur sempre l’Inter di Mazzarri: “Non mi piace giudicare gli allenatori, ma il lavoro fatto da Mazzarri a Napoli e in tutta la sua carriera è sotto gli occhi di tutti. L’Inter sta crescendo di partita in partita e saprà essere protagonista”. Ma per l’allenatore sarà una mezza impresa arrivare in Champions: “Vedo molto lanciata la Roma che ora non può più nascondersi alla luce delle vittorie, il Napoli si sta confermando e la Fiorentina stupendo. La Juventus è sempre la Juventus e il Milan, fino ad ora deludente, si riprenderà”.

Una considerazione poi arriva anche sul passaggio di consegne tra Moratti e Thohir: “Moratti è sempre Moratti, Thohir e le sue intenzioni sono un bel punto di domanda, serve una società forte e mi auguro che possa esserlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy