Ballotta: “Inter, mi aspettavo di più. Adesso Conte non può sbagliare”

L’ex portiere nerazzurro riconosce il periodo negativo della formazione interista

di Antonio Siragusano

Se da una parte non sta girando troppo bene alla squadra di Antonio Conte nelle ultime partite, dall’altra va pure considerato che l’Inter troppo spesso in questa stagione ha sprecato grandissime opportunità. Nella gara di ieri contro l’Atalanta, ad esempio, non si può dire che la formazione nerazzurra non abbia comunque espresso buon calcio in diverse fasi della partita, ma quando è capitata sui piedi di Vidal la palla buona per chiudere la partita, il cileno non è stato abile ad approfittare del tu per tu con Sportiello sprecando una facile occasione.

Intervistato da tuttmercatoweb.com, l’ex portiere di Inter e Lazio Marco Ballotta ha riassunto quanto visto fino a questo momento dalla stagione nerazzurra: “Mi aspettavo di più, Conte non può più sbagliare, la società ha fatto tutto quel che lui chiedeva. Ha un potenziale superiore anche alla Juve e alla fine i risultati dovrebbero arrivare. Deve fare un salto di qualità che dovrà arrivare a breve. E’ comunque una fase ancora di studio del campionato”.

GOL SUBITI – “C’è meno solidità difensiva. Quest’anno l’Inter lascia un po’ a desiderare. Vedo errori di attenzione. Gli attaccanti avversari devono meritare di far gol, devono sudarsi la rete”.

MENO FURORE – “E’ vero, perché è con determinazione e concentrazione che si ottengono i risultati. Si vede che ora la squadra non è cattiva come necessita. Non puoi regalare nulla e devi essere convinto fino alla fine. Manca questo per ora. E tutto gira intorno a Lukaku, anche se in una squadra del genere non dovrebbe essere così. Se Handanovic ha responsabilità sul gol? Un po’, perché fa quel passettino verso destra che lo ha messo fuori tempo. Forse poteva far qualcosina in più anche se per la verità il pallone è passato comunque in mezzo alle gambe del difensore”

CHAMPIONS – “Deve essere più concreta nel voler ottenere i risultati. Ora la vedo un po’ sotto tono. Quest’anno ha tutto per far bene, se le cose non vanno come devono andare il responsabile sarà Conte. Deve entrare di più nella testa dei giocatori e lui ne è capace”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy