Severgnini: “Bastoni come Beckenbauer, gioca sempre a testa alta. Il merito è anche di Conte”

Non si sprecano i paragoni e gli elogi al difensore nerazzurro classe 1999, perno della difesa a 3 contiana

di Raffaele Caruso

Beppe Severgnini, giornalista e noto tifoso interista, sulle pagine del Corriere della Sera ha elogiato Alessandro Bastoni, autore di uno splendido assist per il 2-0 di Barella contro la Juventus, scomodando un grandissimo del calcio mondiale.

Alessandro Bastoni, Getty Images

Il paragone:Il lancio di sessanta metri con cui Alessandro Bastoni ha mandato in porta Nicolò Barella — 21 anni il primo, 23 il secondo — sembra uscire da un ricordo. Franz Beckenbauer, classe 1945, maglia bianca della Germania, uno che giocava sempre a testa alta: perché doveva vedere il gioco, non guardarsi i piedi”.

Merito di Conte: “Qualunque cosa accadrà quest’anno, Antonio Conte può essere orgoglioso. Non soltanto, allenatore umorale, è riuscito a proteggere l’Inter dai propri umori. Ha consacrato il genio mignon di Nicolò Barella, mezzala ipercinetica, e un centrale come Alessandro Bastoni: metterlo titolare al posto di Diego Godin poteva essere rischioso, l’anno scorso, ma Conte l’ha fatto. Se smetterà di lamentarsi, noi interisti potremmo addirittura volergli bene. Se poi vincesse qualcosa, ancora di più”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy