Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Bellugi: “Ce la sto mettendo tutta. Moratti? Per me si è sempre mosso. Inter da scudetto, su Bastoni…”

L'ex difensore nerazzurro continua il suo recupero dopo l'amputazione delle gambe

Raffaele Caruso

"Mauro Bellugi, ex difensore dell'Inter, si è concesso ai microfoni di Tuttosport per parlare del suo recupero dopo l'amputazione forzata delle gambe: "Ce la metto tutta. Piano piano, un poco alla volta bisogna risalire la china. Tutti i giorni con pazienza faccio un po’ di esercizi per cercare di riacquistare forza nei muscoli. Poi dovrò fare le protesi per tornare a fare le rovesciate. No, lì sarà dura, guarderò in tv quelle degli altri".

 Massimo Moratti, Getty Images

"L'aiuto di Moratti: "Per me si è sempre mosso. Io è come se facessi parte della sua famiglia. Quando da una persona come lui ti senti dire 'Mauro io ci sono', ti dà una grande fiducia. Quando mi ha sentito al telefono si è emozionato ribadendo che se ho bisogno mi darà una mano. Tempi di recupero? E’ difficile fare delle previsioni sperando di poterle rispettare perché sono tanti gli imprevisti che possono intervenire".

"Il commento su Samp-Inter:"Bella figuraccia dei nerazzurri: avevano iniziato benissimo, la partita era in mano alla squadra di Conte che nel primo quarto d’ora dominava, poi ha sbagliato il rigore e il resto è venuto di conseguenza. Le partite cambiano, non è che aspettano te".

" Inter da scudetto: "Sì, assolutamente sì. La forza dell’Inter sono tanti giocatori ma il valore aggiunto è Lukaku. Si tratta di un calciatore straordinario che fa la differenza. Ma vedete come difende la palla? E’ impossibile prendergliela. E’ di un’altra categoria, secondo me con Lukaku si può arrivare a prendersi lo scudetto".

"L'elogio a Bastoni:"Ho letto le sue dichiarazioni che mi sono piaciute molto e mi hanno fatto tornare in mente lo spirito che avevo io quando giocavo nell’Inter. Ha detto che quando lui gioca a San Siro si diverte. Io pure, era lo stesso, quando vedevo il Meazza con ottantamila persone mi esaltavo. Certi miei compagni invece si intimorivano".

tutte le notizie di