Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Conte: “Tante critiche sull’Inter, abbiamo avuto poco tempo per inserire i nuovi. Hakimi? Ha potenzialità”

Il tecnico nerazzurro parla alla vigilia della decisiva sfida di Champions League

Raffaele Digirolamo

"Giornata di vigilia per l'Inter di Antonio Conte, che domani sera scenderà in campo in terra tedesca per la sfida contro il Borussia M'Glabach. Sbagliare non sarà più possibile, perché per centrare una difficile qualificazione agli ottavi di Champions League Lukaku e compagni dovranno ottenere due vittorie e sperare in risultati favorevoli dagli altri campi (qui le combinazioni).

" - "Si è parlato di una gara in cui il Real Madrid ha dominato. Dimenticando che abbiamo giocato in dieci ed abbiamo subito un rigore dopo pochi minuti: sfido chiunque a giocare in queste condizioni. Anzi, io sono orgoglioso di quanto fatto dai ragazzi in inferiorità numerica. Noi dobbiamo migliorare per non creare queste situazioni durante le gare".

"Borussia M'Gladbach - "Giochiamo contro un'ottima squadra che sta facendo bene in Champions, per uscire senza rimpianti".

"Percorso in Champions - "Abbiamo iniziato il percorso di Champions League quando eravamo arbitri del nostro destino, se non lo siamo più è perché siamo mancati in alcune situazioni. L'unico modo per cercare di restare in vita è quello di vincere la gara di domani, per noi può essere l'occasione per dare seguito al cammino iniziato in Europa, dove giocare partite da dentro o fuori è la norma".

"Hakimi - "Non mi piace parlare dei singoli, ma è un giocatore che ha grandi potenzialità e che deve lavorare soprattutto nella fase difensiva. In Italia ci sono aspettative molto alte che altrove non vedo".

Nuovi acquisti - "Io continuo a ribadire un discorso molto semplice che può essere recepito o meno: noi ci siamo ritrovati dopo pochissimo tempo a dover fare partite ufficiali con calciatori nuovi come Hakimi, Kolarov, Vidal, che come Darmian aveva già giocato con me ed era più rodato. Avevamo bisogno di lavorare con calma, ed invece siam stati costretti a buttarli subito nella mischia".