Caso Hakimi, l’Inter è tranquilla, il Real Madrid anche: la situazione

Nessun conflitto per il pagamento del giocatore

di Pietro Magnani

Le recenti speculazioni sorte intorno ai ritardi nel versamento delle rate per Hakimi dall’Inter, hanno spaventato non poco parecchi tifosi nerazzurri. Tuttavia, come ribadito addirittura dallo stesso Real Madrid con un comunicato ufficiale, non c’è alcun pericolo: tutto sta andando come concordato e non c’è certamente il rischio che il marocchino torni in Spagna.

Achraf Hakimi, Getty Images

Come riportato anche da Fabrizio Romano su Calciomercato.com, non c’è alcuna rottura con il Real Madrid, anzi, i rapporti sono molto distesi. Non c’è nessuna tempesta all’orizzonte ed è bene che i tifosi non si fascino la testa per nulla. La situazione è chiarissima e non c’è alcun pericolo. Già da settimane Suning aveva chiesto la possibilità di posticipare la prima rata del pagamento di Hakimi da fine dicembre a fine marzo. La richiesta è stata immediatamente accolta dal Real Madrid, visti anche i buoni rapporti tra le due dirigenze dei club. Senza contare che l’obbligo di pagamento entro il 31 marzo è una ulteriore garanzia per gli spagnoli al buon esito dei versamenti.

Tutte le parti in causa sono tranquille e serene, club e giocatore. A prescindere dalle notizie che circolano quindi, devono esserlo anche i tifosi. La vera situazione è ben diversa da quella che alcuni hanno dipinto.

>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy