Conte-Inter, la ripartenza: patto per l’Europa, ma urge un nuovo confronto. Il mister ha una richiesta precisa

Conte-Inter, la ripartenza: patto per l’Europa, ma urge un nuovo confronto. Il mister ha una richiesta precisa

Steven Zhang ha accontentato il tecnico con un primo contatto, ma quello definitivo avverrà dopo l’Europa League

di Simone Frizza, @simon29_

Conte-Inter, avanti insieme. Il tanto atteso confronto tra l’allenatore nerazzurro ed il presidente Steven Zhang è arrivato, seppur in modalità telefonica vista l’impossibilità di quest’ultimo di tornare in Italia. Ciò che è emerso dalla chiacchierata definita ‘cordiale’ è una sorta di patto per l’Europa League, che entrambi avrebbero intenzione di provare a vincere. Rimandare il problema, però, non significa risolverlo e quindi sarà poi necessario un nuovo incontro a manifestazione europea terminata. La frattura con la società c’è: Suning, scrive La Gazzetta dello Sport, è infuriata dopo lo sfogo del tutto inaspettato post Atalanta-Inter da parte di Conte.

Conte-Inter, avanti insieme: in arrivo un nuovo confronto

Il tecnico, tra le altre cose, lamentava anche la non vicinanza del presidente, che proprio per questo motivo, previo contatto con Marotta, ha deciso di accontentarlo telefonandogli. Durante il confronto, Zhang ha voluto fissare alcuni paletti importanti, per far capire al tecnico che, sebbene Suning creda molto in lui, non sia disposta ad oltrepassare alcuni limiti. Dopo l’Europa League ci sarà l’incontro definitivo: è possibile, scrive la Rosea, che Conte chieda un ruolo più importante, alla ‘manager inglese’, per provare a cambiare la società anche dall’interno. Difficile però che Suning approvi, così come è difficile che si proceda all’esonero: i 23 milioni totali che resterebbero da pagare al tecnico fino al termine del suo contratto sono una cifra enorme.

>>>Iscriviti al canale YouTube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy