TS – Da Marotta a Ranocchia (passando per Candreva e Oriali): Conte si prepara a ritrovare tanti volti noti

TS – Da Marotta a Ranocchia (passando per Candreva e Oriali): Conte si prepara a ritrovare tanti volti noti

Tutti i nomi nerazzurri con cui Conte ha già lavorato in passato

di Lorenzo Della Savia

Dell’Inter che – con gli arrivi prima di Giuseppe Marotta e poi di Antonio Conte – si sia “juventinizzata” si è già parlato e discusso diffusamente, e oggi Tuttosport rilancia in qualche modo la questione, in modo tuttavia parzialmente slegato dalla questione Juventus. Il quotidiano torinese, meglio, fa il punto su tutti i volti noti che proprio Antonio Conte ritroverà a Milano dopo averli già incontrati altrove, nelle precedenti esperienze nel mondo del calcio.

E per cominciare, manco a dirlo, c’è il nome di Giuseppe Marotta: quello che risulta immediatamente spontaneo ricordare, quello con cui il tecnico ha costruito i primi tre anni di successi in bianconero – appunto – alla Juventus. C’è, poi, Kwadwo Asamoah, anch’egli volto noto di Conte, anch’egli grazie alla Juventus: tra il 2012 e il 2014 fu allenato dal leccese ed era al centro del progetto bianconero. Va ricordato Lele Oriali, con cui il neo tecnico nerazzurro ha condiviso il posto a sedere in panchina ai tempi della Nazionale, Antonio ct e Oriali team manager. Altri nomi: Dario Baccin, attuale vicedirettore sportivo dell’Inter, che negli anni Novanta – da giovane della primavera – si allenava con la Juventus in cui Antonio Conte, allora, giocava. Infine, le vecchie pedine della Nazionale: Antonio Candreva (profilo centrale all’Europeo del 2016), Andrea Ranocchia (lanciato da Conte ad Arezzo, voluto da Conte al Bari e convocato sempre da Conte in Nazionale) e per concludere Daniele Padelli (convocato in Nazionale). Conte li rivedrà tutti, al primo giorno di lavoro. Tanto per non sentirsi spaesato nella sua nuova realtà.

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

ESCLUSIVA – Basta Cina, Carrasco chiama l’Italia. Ma è frenata Inter-Roma

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy