Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Crotone-Inter, Conte (Sky): “Stiamo per entrare nella storia. Atalanta? Domani a casa con le famiglie”

Conte, Sky Sport

L'Inter ora vede vicinissimo lo scudetto: il tricolore potrebbe arrivare già domani

Raffaele Caruso

Dopo lo 0-2 inflitto al Crotone che avvicina sempre di più la sua Inter allo scudetto, Antonio Conte si è concesso ai microfoni di Sky Sport per commentare la partita e la prestazione della sua squadra.

Ecco le sue parole: "Il campionato che stiamo facendo rappresenta la crescita costante di questa squadra, anche dal punto di vista mentale.  Chi gioca, chi entra dalla panchina, chi è meno coinvolto, si è creato un qualcosa di granitico, abbiamo capito l'importanza di poter fare qualcosa di straordinario, ovvero rimanere nella storia dell'Inter. Stiamo per far cadere un regno che durava da 9 anni. I ragazzi meritano tutto questo, complimenti a loro".

Sassuolo-Atalanta:"Gli darò un giorno di riposo. Abbiamo bisogno di stare con le famiglie. Siamo davvero ad un passo, siamo sereni. Vedremo la partita nelle nostre case. Non è giusto dipendere dagli altri". 

Differenze tra Juventus e Inter: "Sono due situazioni diverse e difficili diversamente. Alla Juventus fui chiamato dopo la promozione in Serie A con il Siena, sono stato fortunato perché si è riusciti a fare qualcosa di straordinario. Siamo partiti senza il favore del pronostico, battere quel Milan e l'Inter non è stato facile. L'Inter è stata la scelta più difficile, tanti si sarebbero nascosti dietro la storia e tante cose. Io sono venuto, amo le grandi sfide e mi sono messo in discussione. Rimango tifoso di tutte le squadre che ho allenato, ma divento il primo tifoso della squadra che alleno. Non è stato semplice entrare nel cuore di tutti i tifosi interisti, ho sempre dato tutto per questa squadra". 

Come è cambiato Conte con l'Inter: "Voglio chiarire una cosa. Io non ho voluto cambiare l'inno dell'Inter, questo non lo accetto. Chi ha preso questa decisione, si prenda la sua responsabilità. Amala è un inno simpatico, divertente e che ti entra nella testa. Qualcuno ha usato la mia frase quando sono arrivato per strumentalizzare tutto, io invece ho rispetto per la storia. Venire qui per me è stato come entrare in un pianeta nuovo, non è stato e non sarà semplice. Alla minima occasione qui si negativizza tutto, anche tanti giornalisti nerazzurri. Bisogna essere sempre meno negativi e più interisti".

tutte le notizie di