Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

D'AVERSA CONTE

D’Aversa: “Conte? A settembre gli dissi che avrebbe vinto il campionato. Davvero felice per lui”

Il tecnico del Parma contento per il successo ottenuto dall'amico

Antonio Siragusano

Legato ad Antonio Conte da una grande amicizia nata ai tempi di Siena che col passare del tempo si è trasformata in un rapporto molto vicino tra le rispettive famiglie, Roberto D'Aversa questa mattina sulle pagine de La Gazzetta dello Sport ha commentato il successo ottenuto dal tecnico leccese sulla panchina dell'Inter. Uno scudetto ampiamente meritato secondo l'allenatore del Parma, frutto dell'impegno che Conte trasmette sempre ai suoi calciatori nel lavoro quotidiano. Questa la sua intervista:

D’Aversa, che cosa ricorda di quei primi giorni a Siena?

"Io e Antonio siamo tipi piuttosto chiusi, abbiamo imparato a conoscerci, a rispettarci. Di lui mi ha colpito l’attaccamento al lavoro e i grandi valori che lo sostenevano: la famiglia, prima di tutto. Abbiamo condiviso tanti momenti insieme, con le nostre famiglie. Ma devo ammetterlo, quando siamo insieme si parla sempre di pallone, siamo malati di calcio...".

 MILAN, ITALY - APRIL 25: Head coach of FC Internazionale Antonio Conte celebrates the win at the end of the Serie A match between FC Internazionale and Hellas Verona FC at Stadio Giuseppe Meazza on April 25, 2021 in Milan, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Claudio Villa - Inter/Inter via Getty Images)

Durante questa stagione che per lui è stata magica ha sentito spesso Antonio?

"Io gliel’avevo detto a settembre: vincerai il campionato. Non mi sono sbagliato. E sono davvero felice per lui perché se lo merita per l’impegno e per la dedizione".

Dove, secondo lei, Conte ha inciso di più?

"Ha saputo trasmettere i suoi valori a tutto il gruppo. E quando dico 'gruppo' intendo i giocatori e anche i dirigenti. Lui è un condottiero: ha idee chiare e va seguito.L’Inter è una macchina perfetta, fa risultato, difende bene e attacca con coraggio e con razionalità".

tutte le notizie di