Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Euro 2021: chi tra i nerazzurri alzerà la coppa?

Lukaku, Getty Images

Euro 2021 si avolgerà da venerdì 11 giugno a domenica 11 luglio 2021 e per la prima volta nella sua storia sarà un torneo itinerante

Martina Napolano

Come tutti ormai sappiamo, Euro 2021 si avolgerà da venerdì 11 giugno a domenica 11 luglio 2021. Nel corso di questo mese assisteremo a partite di spessore nelle quali si sfideranno le migliori 24 nazionali d’Europa. Come noto, per la prima volta nella sua storia l’Europeo 2021 sarà un torneo itinerante e gli incontri dei 6 gironi si disputeranno in dodici città europee.

Ma quali sono le formazioni favorite?

Tra le super favorite quest’anno spicca senza dubbio il Belgio di Romelu Lukaku. Oramai la rosa belga non è più legata solamente all’attaccante nerazzurro a presenta qualità in tutti i reparti. Infatti, insieme a Big Rom a comporre la squadra ci sono anche nomi del calibro di Mertens, Eden Hazard e De Bruyne. Inoltre, è bene tenere presente che tra i pali c’è anche un certo Thibaut Courtois, uno dei migliori portieri al mondo.

Un’altra squadra da tenere d’occhio in Euro 2021 è l’Inghilterra, la quale però non presenta interisti all’interno della propria rosa. Ogni guida alle scommesse sull'Euro 2021 punta l’attenzione sulla Nazionale di Gareth Southgate la quale magari non risulta altamente spettacolare ma è senza dubbio ricca di talento.

Infine, l’altra favoritissima di Euro 21 è la Francia di Didier Deschamps. Anche in questo caso la nazionale transalpina non presenta giocatori dell’Inter all’interno della sua rosa ma potrebbe impensierire la presenza di Kylian Mbappé, unico giocatore in grado, al momento, di destare preoccupazione dal momento che alcune pedine fondamentali della Nazionale francese come Antoine Griezmann e Paul Pogba sono reduci da alcune stagioni sottotono.

Non favoritissime, ma…

Dietro a queste tre grandi favorite, però, vi sono tante altre squadre pronte a dare del filo da torcere.

Tra queste spicca soprattutto la nostra Nazionale. Infatti, i ragazzi guidati dal commissario tecnico Roberto Mancini sono particolarmente temuti dalle altre Nazionali dal momento che gli azzurri hanno senza dubbio mostrato di essere in grado di esprimere un calcio moderno e di qualità e molto del merito deve essere attribuito ad un centrocampo non particolarmente muscolare ma certamente dinamico nel quale spicca senza dubbio la duttilità dell’interista Niccolò Barella. Anche Sensi si farà trovare pronto all’avventura europea.

Le sorti della Spagna sono, invece, più incerte dal momento che la Nazionale guidata da Luis Enrique sta vivendo un intenso ricambio generazionale. Dunque, accanto ai senatori delle Furie Rosse Sergio Ramos e Diego Costa vedremo schierati giocatori come Alcantara e Morata, nel pieno della loro maturazione calcistica, ma anche giovani interessanti come Ansu Fati.

Lo stesso discorso vale per Joachim Low e la sua Germania. Attorno al pilastro Toni Kroos ruoteranno giocatori talentuosi del calibro di Havertz e Sané.

Le outsider

Non partono da favorite ma potrebbero dire la loro anche Portogallo, Olanda e Croazia.

I portoghesi, detentori del titolo, faranno nuovamente affidamento su Cristiano Ronaldo. Ma stavolta potrebbe non avere tutti i riflettori puntati. Infatti, a Manchester è esploso anche Bruno Fernandes, considerato al momento uno dei migliori centrocampisti del mondo il quale potrebbe rubare la scena a CR7.

Da non sottovalutare anche l’Olanda di Frank de Boer. Questa Nazionale, infatti, è senza dubbio una squadra giovane, con alcuni giocatori in rampa di lancio come Matthijs de Ligt, Frenkie de Jong e Donny van de Beek, ma potrà senza dubbio fare affidamento su giocatori d’esperienza come l’interista Stefan de Vrij. A favorire l’Olanda vi è anche un girone non particolarmente complesso.

Infine, un occhio di riguardo anche verso la Croazia di Marcelo Brozovic che nella fase a gironi si è fatta notare piazzandosi al primo posto del suo gruppo.