Genoa-Inter, Conte (Inter TV): “Orgoglioso di questo gruppo, mi sono arrabbiato solo in due partite”

Il tecnico nerazzurro nell’analisi di fine partita

di Antonio Siragusano

Dopo un periodo piuttosto complicato, Antonio Conte ritrova in campo finalmente un’Inter convinta e più cinica di altre volte sotto porta. Un buon segnale in vista delle ultime due partite di campionato, ma soprattutto in virtù di un’Europa League che entrerà nel vivo a partire dal prossimo mese. I nerazzurri, infatti, saranno attesi allo scontro diretto del 5 agosto contro il Getafe che varrà l’accesso ai quarti di finale in una competizione non solo imprevedibile, ma sulla carta alla portata di questa squadra. Lo stesso tecnico interista a fine partita si è intrattenuto ai microfoni di Inter TV. La sua analisi:

PRESTAZIONE – “Ci sono attimi della partita in cui bisogna essere sul pezzo, soprattutto all’inizio del secondo tempo bisognava stare attenti. Fa rientrare in gioco il Genoa significava dare forza e fiducia ad un avversario che sembrava tramortito. La mia Inter ideale? Penso che questa è la mia Inter dopo un anno di lavoro, con pregi e difetti, con numeri importanti. Dobbiamo essere forti nel lavoro che stiamo facendo, i ragazzi meritano di avere 76 punti, la miglior difesa, il secondo miglior attacco, la squadra che ha fatto meno sconfitte e più punti in trasferta. Ma c’è stato un momento in cui si è tirato addosso a questi ragazzi tante critiche, non so per quale motivo, ma loro son bravi e stanno lavorando. Ci rammarichiamo per due partite contro Sassuolo e Bologna che mi hanno fatto arrabbiare molto. Per il resto ho poco da dire, sono orgoglioso di questo gruppo”.

BILANCIO – “Se arrivi secondo hai comunque fatto qualcosa di importante, ma dobbiamo pensare che è una base di partenza, non si recuperano oltre 20 punti dall’oggi al domani. Sono dieci anni che l’Inter non sta vincendo e si sono create delle situazioni che secondo me devi migliorare”. 

NUOVO MODULO – “Sono situazioni provate in allenamento per cercare di essere imprevedibili. Per il resto, Eriksen e Borja Valero da trequartisti hanno libertà di azione. L’input è quello di fare, in quel ruolo bisogna essere determinanti”.

Siamo LIVE ora su YouTube. Entra a commentare la partita con noi

freccia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy