Eriksen sta “giocando il giusto”? Titolare una volta su 3: i numeri contraddicono Conte. Le statistiche

Il fantasista danese è da considerare attualmente un’alternativa al sistemo di gioco nerazzurro

di Raffaele Caruso

“Per me Eriksen sta giocando il giusto”. Le parole di Antonio Conte, rilasciata nella conferenza stampa alla vigilia di Inter-Milan, hanno acceso l’ennesimo dibattito attorno al fantasista danese.

Eriksen, Getty Images

Dati alla mano però il minutaggio concesso all’ex Tottenham risulta tutt’altro che esaltante. In questo avvio di stagione, Eriksen è partito titolare solo contro la Fiorentina, poi si è accomodato in panchina con Lazio ed è sceso in campo contro il Benevento solo per 9 minuti. Per un totale di 73 minuti sui 270 disponibili.

Da quando è arrivato in Italia invece Eriksen ha disputato da titolare 8 gare sulle 17 a disposizione, ma è sempre entrato a gara in corsa nelle altre nove collezionando così 700 minuti. Meno però della metà dei 1.530 complessivi.

Un trend confermato anche in Europa League, dove Eriksen è stato schierato titolare solo due volte su sei, subentrando nelle altre quattro. In Coppa Italia ha giocato dal primo minuto una gara su tre, entrando nelle restanti due.

L’ex Tottenham, numeri alla mano, gioca una partita su tre e al momento non è da considerare un titolare effettivo dell’Inter ma “solo” una valida alternativa.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy