Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

INTER NEWS

Inter, fiducia incrollabile in Inzaghi: per la società è l’uomo giusto anche in queste situazioni

Inzaghi Marotta Inter
Il tecnico rimane saldo al proprio posto

Pietro Magnani

Nonostante le voci e le critiche, tutta l'Inter, al momento, fa quadrato intorno a Simone Inzaghi. Il tecnico, che solo l'anno scorso aveva portato entusiasmo, oltre a due trofei in bacheca, sta trovando più difficoltà del previsto in questa stagione. Tuttavia nessuno in casa nerazzurra ha intenzione di voltargli le spalle, anzi.

Inter, fiducia incrollabile in Inzaghi: per la società è l’uomo giusto anche in queste situazioni- immagine 2

Per uscire da situazioni tanto complesse, la prima regola è di non farsi prendere dalla foga. Mantenere la calma e la consapevolezza dei propri mezzi è l'unico modo di uscire dalla crisi, Ecco perché, come sottolineato anche da Corriere dello Sport, Inzaghi per la dirigenza resta intoccabile. Tutti sono convinti in casa nerazzurra che l'allenatore sia l'uomo adatto anche in situazioni simili. Non è un uomo buono a navigare solo quando splende il sole: sarebbe stato scelto proprio perché abile anche a uscire da tempeste come questa.

Perciò nessun caso e nessuna gogna, Inzaghi resta dove sta. Un messaggio forte e chiaro, anche ai giocatori: si vince e si soffre insieme.

L'OPINIONE DI PASSIONE INTER

Dare fiducia al tecnico, specie con la squadra che sembra allo sbando, è un segnale forte ma corretto. Così si spengono sul nascere eventuali malumori. Spesso infatti l'ego dei singoli, penalizza il gruppo. E ovviamente poi a pagarne le conseguenze è l'allenatore, il vero capro espiatorio anche di situazioni che spesso esulano la sua competenza. È già successo in passato, anche proprio all'Inter. Ecco perché rimarcare la piena fiducia in Inzaghi è la cosa giusta da fare al momento. La stagione non è compromessa, anzi. Tutto è ancora recuperabile. Ma se Inzaghi dovrà svoltare, non bisogna dimenticare anche il ruolo dei giocatori. A scendere in campo sono loro. E sempre loro devono anche essere i primi a svegliarsi, perché così non si va lontano.

tutte le notizie di