Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Inter-Fiorentina, Conte (Dazn): “Abbiamo pagato uno squilibrio tra le fasi. Eriksen? Ho fiducia in lui”

Le dichiarazioni del tecnico nerazzurro dopo la sfida con la Fiorentina

Cesare Milanti

"L'Inter riesce, al termine di una gara a dir poco rocambolesca, a conquistare i primi tre punti della sua stagione, contro la Fiorentina di Iachini. Antonio Conte, dopo il triplice fischio, ha parlato ai microfoni di Dazn.

"Ecco, dunque, le sue parole: "Sicuramente i 3 punti sono importanti, ma come ha detto lei è giusto fare le esatte valutazioni. L'aspetto positivo è quello di aver fatto 4 gol e di aver creato tante situazioni per realizzare altre reti: Dragowski è stato molto bravo. In attacco abbiamo creato difficoltà e portavamo tanti uomini ad attaccare, ma al tempo stesso non siamo stati bravi a prepararci sulle ripartenze. Su questo dobbiamo migliorare: c'è bisogno di equilibrio, che è alla base di tutto. Abbiamo pagato la fase difensiva, perché in fase offensiva siamo stati squilibrati".

"Poi, ha aggiunto: "Vogliamo migliorare sull'aspetto difensivo, ma cercando di spingerci in avanti. Cerchiamo sempre d portare pressione sul portatore di palla. C'è da migliorare ed oggi non dimentichiamo di Bastoni, alla sua prima volta da difensore centrale, e Kolarov, alla sua prima con noi. Abbiamo creato tanto, perché abbiamo portato tanti uomini ad attaccare, anche fin troppi. In quelle occasioni, abbiamo subito ripartenze".

"Poi, su Conte: "Noi lavoriamo con Christian nella stessa maniera con cui lavoriamo con gli altri. Penso che lui abbia aumentato i giri del motore e sta giocando nella sua posizione ideale: abbiamo giocato con le due punte ed il trequartista. Penso che abbia fatto una buona partita: ha delle qualità e cerchiamo di tirarle fuori. Bisogna avere fiducia ed io ne ho nei confronti del calciatore. È un ragazzo per bene e si mette a disposizione della squadra. Mi auguro che scocchi una scintilla che lo possa accendere in maniera definitiva".

"Inoltre, sulle sue parole della vigilia: "Tante volte ci si concentra talmente tanto sulla vittoria, che ci si dimentica di un percorso da fare per arrivare ad essere protagonisti. Penso che questo percorso bisogna goderselo, anche nelle sconfitte. Vedere dei calciatori crescere penso che sia la cosa più bella e che un giocatore si debba godere: devo imparare di più in questo, perché tante volte quando non arriva il risultato mi arrabbio fin troppo".

"Infine, ha aggiunto: "L'anno scorso abbiamo acquistato credibilità in Italia, ma abbiamo raggiunto credibilità anche a livello internazionale: tornare a fare una finale significa riportare l'Inter su livelli ai quali compete. Dobbiamo ritornare a dare gioia ai nostri tifosi: i ragazzi hanno mostrato voglia, carattere, orgoglio".