Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

INTER NEWS

Inter e Juve fuori dalla lotta Scudetto? Il parere dei tecnici…

Inter e Juve fuori dalla lotta Scudetto? Il parere dei tecnici… - immagine 1
Il parere dei 3 allenatori interpellati da La Gazzetta dello Sport

Pietro Magnani

Le difficoltà di Inter e Juve in questo avvio di stagione hanno giustamente suscitato parecchie perplessità, non solo tra i tifosi. Le due big infatti, pur essendo matematicamente vicine a Milan e Napoli, arrancano nel gioco e nei risultati. Per questo La Gazzetta dello Sport ha chiesto a tre allenatori esperti in materia, Sacchi, Zoff e Claudio Ranieri, se pensano che per nerazzurri e bianconeri la lotta Scudetto sia già finita prima di cominciare.

Inter Torino 1-0

I tre tecnici hanno pareri piuttosto contrastanti in merito. Secondo Arrigo Sacchi il tempo stringe: se non si raddrizzano rapidamente dopo la sosta allora la lotta Scudetto sarà un'utopia per loro. Per l'ex allenatore del Milan, Inzaghi deve in primis cambiare mentalità, pensando meno a non prendere goal e più alla fase offensiva. La vera chiave per i nerazzurri però sarà ritrovare la motivazione che c'era con Conte: le qualità per risollevarsi, anche per Sacchi, ci sono.

Secondo Dino Zoff invece la situazione non è molto grave. La stagione infatti si presenta molto atipica per via della sosta per il Mondiale, perciò le carte in tavola si potranno mischiare numerose volte. L'Inter ha la qualità, sia nei giocatori che nello staff, per rialzare la testa e rientrare prepotentemente in lotta per lo Scudetto.

Infine per Claudio Ranieri, che per un breve periodo ha allenato anche i nerazzurri, l'Inter non è più la stessa dopo la rocambolesca sconfitta nel Derby dell'anno scorso. Vedersi scivolare via dalle dita uno Scudetto che sembrava vinto ha prosciugato l'ambiente. Serve dare tempo e fiducia a Inzaghi, con la piccola attenuante dell'addio di Perisic: era fondamentale. Ranieri però non si è nascosto: secondo lui, se il tecnico non ha più in mano la squadra, andrebbe esonerato subito perché è finita. Altrimenti, se lo spogliatoio è con lui, la rinascita sarà fisiologica, con certi giocatori. Anche per lui discorso Scudetto resta però ancora apertissimo.