GdS – Inter caduta nella trappola della Juventus: la versione del club nerazzurro sui fatti dello Stadium

La società interista è convinta che si trattasse di un piano premeditato

di Antonio Siragusano
Juventus-Inter Conte

L’Inter non ha alcuna intenzione di tirarsi indietro dopo quanto successo martedì sera all’Allianz Stadium e vuole portare fino in fondo questa vicenda per poter far emergere la propria verità. Come rimbalzato questa mattina sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, secondo la versione filtrata dal club nerazzurro i fatti capitati a Torino martedì sera non sarebbero stati casuali e figli dell’adrenalina del match, bensì premeditati dalla Juventus col solo scopo di provocare e far innervosire Antonio Conte.

Secondo l’Inter sin dal primo minuto il tecnico leccese avrebbe iniziato a ricevere insulti dalla tribuna, sia da parte del presidente bianconero Andrea Agnelli ma non solo. Parole pesanti come ‘cog***ne’, ‘pagliaccio’ e un ‘pensa ad allenare cog***ne’. Piccole provocazioni che se sommate per 90 minuti hanno portato l’allenatore ad esplodere e a mostrare il famoso dito medio come pescato dalle immagini al termine della gara.

Ma secondo la ricostruzione del club nerazzurro, è interessante anche quanto accaduto a fine partita negli spogliatoi dello Stadium. Protagonista in questo caso è stato il direttore sportivo Fabio Paratici, il quale sarebbe arrivato allo scontro verbale con Oriali per aver difeso Barella (“pensa ai tuoi giocatori, ai nostri pensiamo noi”) dopo uno scambio di battute avuto tra il centrocampista e Bonucci. A quel punto il dirigente bianconero sarebbe intervenuto attaccando all’interista: “Stai zitto tu, questa è la volta buona che ti picchio”.

“PARATICI HA CERCATO DI CONVINCERE BARELLA A ROMPERE CON L’INTER” >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy