Inter-Milan, Conte (Sky): “Rammarico per le occasioni sprecate. Mi rivedo in Barella, Kolarov è nel suo ruolo migliore”

L’analisi del tecnico nerazzurro dopo la sconfitta del derby

di Antonio Siragusano

Probabilmente condizionata dai rientri tardivi dei numerosi nazionali in giro per il mondo, l’Inter vista nel derby contro il Milan è a tratti irriconoscibile. I nerazzurri, sotto di due reti dopo pochissimi minuti in seguito alla doppietta di Ibrahimovic, mostrano ancora una volta grosse lacune per quanto riguarda la fase difensiva della squadra, con due centrali adattati come Kolarov e D’Ambrosio che più di altri soffrono gli assalti rossoneri

Antonio Conte, per cercare di analizzare gli episodi principali dell’incontro, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del derby. Queste le sue parole:

LA SCONFITTA – “Coronavirus? Come ho detto in conferenza stampa, non è il momento di pensare o vedere situazioni extra calcistiche. Dispiace aver perso una partita ben giocata, abbiamo creato tante situazioni per fare gol, loro sono stati bravi e fortunati. Dispiace perché c’è stato grande impegno da parte dei ragazzi, abbiamo commesso due disattenzioni sui loro gol, poi abbiamo avuto tantissime occasioni per pareggiare e vincere. Occasione persa? Abbiamo tante situazioni da gol in ogni partita, dobbiamo essere più cinici e cattivi per sfruttarle. Ma al tempo stesso non ho niente da rimproverare, l’atteggiamento è stato positivo, hanno lottato fino all’ultimo per cercare di raggiungere il pareggio e non siamo stati fortunatissimi”.

DIFESA – “Penso che la solidità difensiva sia importante, ma giocando con due ali ti sbilanci. Sono contento di quello che sta facendo Perisic e anche Hakimi è molto offensivo. Qualcuno ogni tanto storce la bocca perché vorrebbe il trequartista, ma dobbiamo cercare l’equilibrio. Se Kolarov sta facendo fatica? Credo che questo sia il miglior ruolo per lui al momento, lo ha fatto alla Roma e lo fa in Nazionale, è il suo ruolo. C’è da lavorare con lui e con tutti quanti. Sarò contrario alla situazione, ma la nostra partita l’abbiamo fatta e abbiamo create tante occasioni”. 

GODIN – “Di mercato non parlo, qualsiasi cosa accaduta è stata una situazione valutata, rivalutata col club, dirigenti e società, sono valutazioni che non spettano solo a me. Io devo allenare i calciatori e farli rendere il massimo, questo mi riesce molto bene. Altre domande le potete fare a chi è giusto che ne parli”.

CENTROCAMPO – “Le caratteristiche di Barella sono come le mie, mi ci rivedo in alcune situazioni. Poi secondo me lui è molto più bravo rispetto a me come calciatore, può diventare un top player. Da questo punto di vista siamo ben messi con gli inserimenti dei centrocampisti”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy