Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Inter-Milan si trasforma nella notte di Eriksen. E i quotidiani si chiedono: “Se fosse una svolta psicologica?”

Eriksen (@Getty Images)

Il trequartista danese ha deciso l'incontro con una magia su calcio di punizione

Antonio Siragusano

"Potrebbe non funzionare l'esperimento di Antonio Conte nel tentare di adattare Christian Eriksen davanti alla difesa. Il problema del trequartista danese in questo primo anno di nerazzurro, però, non ha riguardato tanto la collocazione in campo, quanto l'aspetto psicologico dello stesso calciatore. La sua timidezza è stata fino a questo momento un freno per la sua crescita, ma il gol nel derby tra Inter e Milan di ieri sera arrivato su punizione praticamente allo scadere potrebbe rimischiare le carte in tavola. I tifosi nerazzurri di certo ci sperano, e in attesa di scoprire tutto ciò andiamo a vedere come i principali quotidiani sportivi hanno valutato l'ingresso in campo del danese:

 Eriksen (@Getty Images)

"LA GAZZETTA DELLO SPORT 7.5 - E venne il giorno di Eriksen. Non poteva che succedere nella partita più incredibile, in cui succede di tutto, infortunio dell’arbitro compreso. Mentre il cronometro va verso il minuto 100 regolamentare. Punizione dal limite, mira, tiro imparabile, Inter in semifinale nel derby. Decisivo. Eriksen versione Tottenham? Chissà. Meglio non illudersi e pensare che da domani diventi titolare. Conte ha principi ben precisi. Però, se fosse una svolta psicologica per il danese, vedi mai...

"CORRIERE DELLO SPORT 7 - La mossa di Conte ha un senso: col Milan tutto dietro ha bisogno di uno specialista dalla distanza. E infatti, alla prima occasione, su punizione, fa vedere la sua classe. E meno male che se ne doveva andare...

"TUTTOSPORT 7 - Il voto è tutto per la stella filante che decide il derby.

"PASSIONE INTER 7.5 - A distanza di un anno, da quella punizione che quasi distrusse la traversa proprio in un derby contro il Milan, il danese trova una perla su calcio da fermo che regala la qualificazione all’Inter. Esultanza liberatoria ed abbraccio di tutta la squadra: che sia il presupposto per un nuovo inizio?