GdS – Il cambio di modulo un’arma in più per l’Inter: il 4-3-1-2 si può riprovare

Nel derby di ieri i nerazzurri hanno cambiato modulo

di Mario Falchi, @mariofalchi9
Inter Milan

Nella notte magica di ieri, Christian Eriksen ha messo il sigillo che ha portato l’Inter in semifinale di Coppa Italia. Il danese è entrato al secondo tempo al posto di Brozovic, posizionandosi davanti alla difesa come regista. La svolta tattica nella partita contro il Milan è stato il cambio di modulo al 4-3-1-2 con Sanchez dietro Lukaku e Lautaro Martinez. Con questo sistema di gioco l’Inter ha dominato l’avversario.

Inter, Getty Images

Come riporta La Gazzetta dello Sport, Conte si è schiantato spesso su difese chiuse, ad esempio con l’Udinese, sempre nel rispetto del suo 3-5-2. Ieri, nella ripresa, ha osato in modo opportuno il 4-3-1-2, con un ottimo Sanchez dietro Lukaku e Lautaro. Questa è una via che merita di essere riproposta e di essere battuta con più convinzione. Un modulo che potrebbe l’inserimento dello stesso Eriksen, se resterà. Conte ha vinto passando al nuovo modulo, una soluzione che potrà essere ancora utile.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy