Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Inter-Real Madrid, Zidane: “Conte? Era un leader nato. Domani ci sarà da soffrire”. Poi la risposta sullo scambio Eriksen-Isco

Il tecnico francese si è presentato in conferenza stampa a San Siro

Antonio Siragusano

Conclusa la conferenza stampa riservata a Luka Modric, direttamente da San Siro Zinedine Zidane ha risposto alle domande dei tanti giornalisti. Alla vigilia dell'attesissimo match contro l'Inter dell'amico ed ex compagno di squadra Antonio Conte, il tecnico francese ha chiaramente trattato i temi più caldi che riguardano in questo momento il Real Madrid. Una squadra che, come i nerazzurri, non ha avuto un buon inizio di stagione, ma che è forte dal 3-2 conquistato all'andata di Valdebebas. Queste le parole di Zidane in conferenza stampa:

MARIANO -"Ha dimostrato l'altro giorno ciò che può dare. E' uscito l'altro giorno ed ha dato tutto in campo. Siamo contenti, niente di più".

SERGIO RAMOS - "Sappiamo cosa rappresenta il calciatore, ma bisogna andare contro i numeri. Sergio non potrà esserci e dobbiamo cercare di cambiare le cose anche senza di lui. Sappiamo che è una finale. Sappiamo che ci sarà da soffrire ed abbiamo voglia di conquistare i tre punti".

MOMENTO COMPLICATO -"L'analisi che faccio è che il calcio è così. Ci sono momenti nei quali sei forti e superi di tutto anche se capitano cose negative. Adesso la verità è che nei momenti complicati si soffre, ma non solo il Madrid, tutte le squadre stanno soffrendo".

 Zinedine Zidane, Getty Images

COSTANZA -"Io credo che contro l'Inter non saremo sconnessi, abbiamo passato momenti difficili, ma abbiamo iniziato bene e vogliamo finire bene. Contro il Villarreal vincevamo fino al 75' e poi una giocata... Non sono fatalista. Lavoriamo per non subire e segnare gol".

ISCO -"Isco è con noi".

CALENDARIO - "Non so se con un altro calendario avremmo avuto altri risultati. Non lo so. Non ci sono scuse. Quello che dico è che arriva un momento in cui pensi che ci sono molte partite, molti infortuni e lo spettacolo non è lo stesso".

PAREGGIO -"Noi giochiamo sempre per vincere".

CONTE -"Era il mio capitano. Ho vissuto tante cose con lui. Non posso dire niente in particolare. Ma come allenatore fa ciò che già faceva come calciatore. Era un leader nato in campo e come allenatore credo sia lo stesso".

MERCATO -"Uno scambio tra Isco ed Eriksen? Siamo contenti di Isco, è un nostro calciatore".