Juary su Real-Inter: “I dettagli fanno la differenza, non puoi regalare quei goal. In attacco è mancato tanto Lukaku”

L’ex attaccante nerazzurro lancia poi la sfida scudetto al Milan

di pietromagnani

Jorge Juary, ex attaccante nerazzurro, ha parlato ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com analizzando il momento dell’Inter e le motivazioni della sconfitta patita ieri dai nerazzurri contro il Real Madrid.

Juary ha dichiarato: “L’Inter ha perso, sì, ma non ha sfigurato. Secondo me è stata anche parecchio sfortunata, Conte ha ragione a dire che sono i dettagli a fare la differenza. Il goal di Benzema è arrivato nel momento migliore dei nerazzurri, quando sembrava potessero andare in vantaggio e mettere la gara sulla strada giusta. Il primo goal è stato regalato agli spagnoli. E anche sul secondo ci sono delle colpe secondo me. Su Sergio Ramos ci voleva una spintina di un difensore, avrebbe fatto la differenza. Anche questi sono dettagli”.

Lautaro Martinez, Getty Images

“Secondo me è mancato molto Lukaku, la sua assenza si è sentita parecchio. Per carità, Lautaro Martinez ha giocato alla grande, ma lì davanti serviva uno come il colosso belga, qualcuno capace di tenere palla e attaccare la profondità. Lautaro segna, ma è più una seconda punta per caratteristiche, Lukaku invece è un centravanti puro che sa fare salire la squadra e, all’occorrenza, farla rifiatare”.

Juary ha poi proseguito: “Ora l’Inter è obbligata a vincere se vuole proseguire in Champions. Personalmente non reputo il 3-5-2 il modulo migliore per sfruttare le potenzialità di questa squadra, ma io non sono l’allenatore e sicuramente Conte conosce i suoi uomini meglio di me. Se gioca così, sa che è la formula giusta. Scudetto? Secondo me l’unica squadra da battere è il Milan, tutti gli altri sono dietro o alla pari con l’Inter”. 

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy