Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

INTER NEWS

Lukaku continua a deludere e preoccupare: permanenza a Milano in bilico

Lukaku Inter
Il belga sembra più lontano dalla permanenza a Milano

Pietro Magnani

La situazione di Romelu Lukaku continua a preoccupare parecchio tutto l'ambiente Inter, società in primis. Dopo qualche timido segnale di risveglio infatti, contro il Monza il belga è stato protagonista di una prestazione a dir poco inquietante. Questo, unito ad una condizione fisica ancora ad anni luce da quello che richiede la Serie A, starebbe spingendo ad inevitabili riflessioni sul futuro dell'attaccante.

Lukaku Inter

L'inevitabile dubbio è che, vista la forma pressoché nulla, Lukaku possa rallentare di nuovo il ritorno a livelli accettabili e che la sua tabella di marcia possa bloccarsi. Anche perché, come rivelato da La Gazzetta dello Sport, dopo Inter-Napoli il calciatore avrebbe accusato un'altra piccola infiammazione al tendine che finora lo ha tormentato. Nulla di grave, ma un segnale a dir poco allarmante: appena Romelu forza, si deve poi fermare, altrimenti si espone al rischio di infortuni.

A causa di questo, ovviamente, iniziano a serpeggiare grossi dubbi sulla possibilità di rinnovare il prestito del giocatore con il Chelsea alla fine della stagione. I compagni lo aiutano in ogni modo, sia in campo che in allenamento. Ma la domanda è lecita, così come le valutazioni del club: Lukaku può davvero tornare quello di una volta? Può davvero tornare a giocare ad altissimi livelli?

Lukaku continua a deludere e preoccupare: permanenza a Milano in bilico- immagine 3

L'OPINIONE DI PASSIONE INTER

Quello che per molti, dirigenti in primis, in estate sembrava un sogno, si sta trasformando in un incubo. Lukaku non è nemmeno lontano parente del giocatore devastante a cui eravamo abituati. Al di là delle attenuanti del caso, qualcosa si è rotto in maniera evidente dentro di lui, e probabilmente non solo a livello fisico. Non è solo la condizione a latitare. Non è solo il suo scatto ad essere sparito. Manca il suo carattere, il carisma da leader che ha sempre mostrato a Milano. Ora sembra intimorito, spaventato.

Quando c'è uno spiraglio si nasconde, non si mette in mostra. E questo forse è il segnale peggiore di tutti, peggio anche di vederlo camminare in campo. L'Inter nei prossimi mesi dovrà fare valutazioni importanti. Ma è inevitabile che questo Lukaku per l'Inter non serve a nulla, anzi. La riconoscenza è tanta, ma non deve offuscare il buonsenso. A volte bisogna fare un passo indietro ed accettare la realtà. L'Inter deve pensare ai suoi interessi, come a suo tempo fece lo stesso attaccante. E se nei prossimi mesi Lukaku non tornerà sui suoi livelli, allora non si dovrà proseguire insieme. Grazie tante, è stato bello finché è durato, tante care cose. Non è questione di cinismo, ma purtroppo con la riconoscenza non si vince nulla. Specie quando bisogna centellinare ogni singolo investimento.

 

tutte le notizie di