GdS – La moviola di Brescia-Inter: tutti chiedono i rigori, ma non c’è mai irregolarità

GdS – La moviola di Brescia-Inter: tutti chiedono i rigori, ma non c’è mai irregolarità

L’analisi nel dettaglio degli episodi più dubbi

di Antonio Siragusano

Nonostante il match in alcuni punti si sia innervosito senza chissà quale motivo, in generale non si può che promuovere la direzione di Brescia-Inter dal punto di vista arbitrale da parte di Fabbri. Nella gestione degli episodi più dubbi, sebbene le proteste da parte dei calciatori in campo, il fischietto di Ravenna non si è scomposto ed ha sempre preso la decisione più giusta. Dinnanzi ai tentativi di reclami per falli di mano, in effetti nel corso dei 90′ minuti non c’è mai stata una vera e propria irregolarità nelle due aree di rigore.

A partire da Gagliardini al 37′ che in realtà in area nerazzurra tocca il pallone solo di testa. Grazie alla moviola de La Gazzetta dello Sport, ecco che al 40’ il mani c’è, è di Lautaro, fuori area, e scatta a ragione la punizione. Al 43’ manata di Gagliardini a Tonali, il giallo nei suoi confronti è corretto, quello a Cistana, entrato nella baruffa, è meno opportuno, ma è uno dei tanti di una gestione molto nervosa delle ammonizioni che piovono in questa gara. Al 49’ batti e ribatti nella porta Inter, in un faccia a faccia con Handanovic Balotelli cade ma non c’è contatto. Sul finale un’azione in porta che è la ‘fiera del ‘mani’’: il Brescia si scatena ma Biraghi ha il braccio chiuso, de Vrij è colpito alla spalla e Brozovic sul viso.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

VIDEO – Serie A, Brescia-Inter 1-2: gol e highlights. Lautaro e Lukaku a rete

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy