Accadde Oggi – 12 Luglio 1998: giallo Ronaldo, il Mondiale va a Djorkaeff

La Francia si laurea per la Prima volta Campione del Mondo, chiudendo alla grande l’esperienza casalinga. Ma il pomeriggio della finale si trasforma in un giallo con protagonista il Fenomeno Ronaldo

di Pasquale Formisano, @Formigoal

La sfida del 12 Luglio 1998 tra Francia e Brasile, valevole per la finale di Coppa del Mondo e di scena a Saint Denis, è un derby nerazzurro che vede schierati contro i due attaccanti nerazzurri con più gol dell’ultima stagione, il Fenomeno Ronaldo e Youri Djorkaeff.
Quella che racconta il campo, in realtà, è una sfida senza storia, con la Francia padrona di casa che, trascinata da uno Zidane in stato di grazia, straccia letteralmente la compagine carioca con un netto 3-0, mai veramente in partita.

Il vero giallo, che avrà il suo impatto sul match, in realtà si consuma di pomeriggio: mentre si aspetta la partenza del Gran Premio di Formula 1 Ronaldo vive i peggiori 30 secondi della sua vita; non una crisi epilettica dal punto di vista medico ma comunque un momento di grande paura, col centravanti che non riesce né a respirare né a controllare i movimenti. Entra in gioco un’altra conoscenza dei tifosi nerazzurri, ovvero quel Roberto Carlos terzino sinistro dell’Inter nella stagione 1995/96, ceduto con troppa leggerezza al Real Madrid, che tempestivamente riesce a chiamare il medico e, forse, a salvare la vita del suo compagno di stanza.

Uno shock per tutta la squadra che si riflette anche nelle gesta sudamericane sul campo verde. Quando allo Stade de France vengono comunicate le formazioni Ronaldo non c’è; non appare nemmeno al primo riscaldamento, ma quando la FIFA distribuisce l’ultima distinta ufficiale, a pochi istanti dall’ingresso in campo, il numero 9 appare regolarmente tra i titolari.

Sulle carte Ronaldo è in campo, ma in realtà sembra essere altrove: il trascinatore del Brasile fino a quel momento della competizione sembra essere un lontano parente e, a trionfare, è l’altro nerazzurro Djorkaeff. Una sensazione bruttissima per il fenomeno che darà inizio a quattro anni di incubo, tra infortuni e maledizioni, terminato poi con un’altra finale mondiale, nel 2002, con un diverso avversario un diverso finale.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Calciomercato Inter – Conte lascia? Skriniar in discussione, Kumbulla incanta. Candreva rinnova

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy