Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Accadde Oggi – 7 marzo 1959: nasce Luciano Spalletti, il tecnico che ha riportato l’Inter sul palcoscenico più grande d’Europa

Il tecnico di Certaldo compie oggi 62 anni. Con l'Inter ha centrato due quarti posti di fila riportando il club a giocare la Champions League, nonostante due stagioni piene di insidie e difficoltà dentro e fuori dal campo

Alexander Ginestous

"Inutile negarlo. Se l'Inter, ad oggi, è prima in classifica, con un bel gioco e la grande possibilità di vincere uno Scudetto che manca a Milano da oltre dieci anni, un pizzico è anche merito dell'ex mister Luciano Spalletti. O meglio, dell'eredità che il tecnico toscano ha lasciato in mano al suo successore Antonio Conte. Una rigenerazione durata due anni, quella di Lucio, che si è diradata sotto tutti gli aspettieconomico, sportivo e tecnico.

"Oggi, il mister di Certaldo, compie 62 anni. Nato il 7 marzo 1959, arriva all'Inter nell'estate del 2017 dopo una lunga gavetta in Italia tra Udinese e Roma, e una fortunosa esperienza in Russia con lo Zenit di San Pietroburgo. Il suo compito a Milano era semplice a parole, molto più complicato nei fatti: riportare l'Inter in Champions League e costruire le basi per renderla vincente negli anni successivi. Per due anni di fila Lucio ce la fa, raggiungendo due quarti posti importantissimi per quello che hanno significato nell'immediato futuro. Ma il suo è stato un viaggio burrascoso, pieno di insidie che lo hanno sempre portato a difendere l'Inter nei momenti più complicati facendolo diventare un vero beniamino per la gran parte dei tifosi.

"Dai mancati acquisti del primo anno, alla rigenerazione di Brozovic (oggi fondamentale nell'Inter di Conte), passando per il pesantissimo caso Icardi, la sfuriata ai microfoni di Sky dopo il famoso Fiorentina-Inter, e la corsa sotto il settore ospiti dello stadio Olimpico dopo quel Lazio-Inter 2-3, Spalletti ha sempre cercato di fare il bene del club senza mai tirarsi indietro e rinunciare a quel tocco di toscanità che lo ha reso unico all'interno del panorama calcistico italiano.

""Nomi da Champions League, bravi ragazzi, avete riportato nuovamente l'Inter nel torneo più importante del mondo. Grazie!". Recitava così un suo post di fine stagione 2018/2019 su Instagram raffigurante le magliette dei calciatori nerazzurri in mezzo a quelle di altri grandi campioni. A dimostrazione del grande attaccamento dimostrato fino all'ultimo giorno alla causa della Benamata. E allora tanti auguri, Luciano.