Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Accadde Oggi – 22 settembre 2004, Atalanta-Inter 2-3: magie di Recoba e Adriano, partita risolta nel finale

La Dea era allora allenata dall'ex calciatore dell'Inter Andrea Mandorlini

Lorenzo Della Savia

"Tutto negli ultimi minuti, tutte le emozioni tra il 79esimo e l'87esimo in una partita che, altrimenti, si sarebbe risolta nella banalità dell'ordinaria amministrazione, con un 1-1 che avrebbe ricompensato Atalanta e Inter con un punto a testa e che non avrebbe meritato però il prezzo del biglietto. Il 22 settembre 2004, allo stadio Atleti Azzurri d'Italia, si gioca Atalanta-Inter, terza giornata di un campionato che avrebbe visto le due squadre nerazzurre finire agli antipodi della classifica: l'Inter al terzo posto poi commutato in primo per effetto dello scandalo Calciopoli, l'Atalanta all'ultimo posto con 35 punti e retrocessa in Serie B.

"La partita comincia con un'Atalanta che prova a mettere in difficoltà l'Inter di un Roberto Mancini ancora alle prime uscite sulla panchina nerazzurra: e gli orobici ci riescono pure. Al 25esimo minuto è Igor Budan - su svarione difensivo firmato Burdisso-Toldo - a trovare il vantaggio per la Dea, che chiude il primo tempo in vantaggio per 1-0. La seconda frazione si apre con la reazione dei nerazzurri, che trovano il pareggio al 54esimo con Dejan Stankovic su colpo di testa successivo a un cross di van der Meyde. Risultato parziale, 1-1. Ma sarà al 79esimo minuto che la partita - sino a quel momento una partita normale - si accende d'improvviso.

"In quel minuto infatti, è Alvaro Recoba a segnare un gol di grande classe, ricevendo palla ai sedici metri, scartando Albertini con una veronica e successivamente spedendo la palla, col suo proverbiale sinistro, nell'angolino alla destra di Taibi. Ma sono minuti folli: e il pareggio dell'Atalanta è immediato. Sei minuti dopo, infatti, è il giovane Giampaolo Pazzini a segnare (all'85esimo minuto) il gol del 2-2, scavalcando Toldo. L'ultima emozione della partita è quella che regala i tre punti all'Inter: Adriano parte sulla destra e va in fuga (qualcuno sostiene commettendo un fallo su Natali), per poi scagliare un tiro che rimbalza di fronte a Taibi che non riesce a opporsi in maniera efficace. La palla entra in rete per il 2-3 finale.