Tacchinardi sulla sfida fra Zidane e Conte: “Partita decisiva, Inter sfortunata. Ecco cosa servirà per vincere”

L’ex calciatore ha avuto come compagni di squadra gli allenatori dei nerazzurri e del Real Madrid

di Raffaele Digirolamo, @RaffaDigi97

Alessio Tacchinardi, ex compagno di squadra di Antonio Conte e Zinedine Zidane, ha parlato della sfida fra i due tecnici, che si fronteggeranno martedì prossimo nella sfida valevole per la terza giornata di Champions League fra Real Madrid Inter. Queste le sue dichiarazioni, rilasciate a La Gazzetta dello Sport.

Real-Inter è già decisiva per Zidane e Conte?

“Sì, decisiva e pesante direi visto le “zoppicate” delle due squadre. L’Inter è stata più sfortunata nelle prime due uscite, il Real sembra più in difficoltà. Sarà battaglia tra squadre che puntavano a vincere il girone e che invece ora devono inseguire. E non possono sbagliare”.

Quando giocavate insieme, si aspettava un futuro da allenatore per entrambi?

“Su Antonio ci avrei scommesso dei soldi, lui era allenatore già in campo e dava l’esempio a tutti. Un leader silenzioso, proprio come Zizou, su cui invece avrei puntato zero. Mai mi sarei aspettato di vederlo da allenatore e invece oggi parliamo di uno dei più vincenti al mondo. Erano due timidi generosi. Conte e Zidane ora sono allenatori top che dimostrano come si può essere vincenti in maniera diversa. Hanno riportato nella loro squadra le proprie caratteristiche da giocatori. E poi hanno un carisma unico, che è la loro arma in più”.

Come può vincere Conte e come Zidane?

“Antonio avrà bisogno di più fortuna: poi ha un gioco collaudato, intensità e organizzazione. Zizou può sfruttare il talento: punta a essere organizzato fino alla trequarti per poi lasciar libera la fantasia dei suoi fenomeni”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy