Tamponi centralizzati, risultati e isolamento: in arrivo un nuovo protocollo più duro

Da capire chi gestirà i test. L’esame del tampone potrebbe avvenire a 24-36 ore dal match

di Raffaele Caruso

E’ in arrivo un nuovo protocollo per la Lega Serie A. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, l’asticella della severità verrà alzato per non permettere altri polveroni che hanno segnato questa prima parte di stagione.

 

Le linee guida riguarderanno per ora soltanto la Serie A. Al primo punto c’è la “centralizzazione dei tamponi”: la Federazione Medico-Sportiva proporrà uniformità di prelievo, trasporto, catena di custodia, conservazione ma c’è ancora da definire il quadro complessivo dell’itinerario dei controlli. Da capire se le società accetteranno la presenza di un soggetto terzo nella gestione dei risultati.

In caso di positività di un membro del gruppo squadra niente isolamento fiduciario a casa. Verrà limitato il ricorso ai test rapidi antigenici che non potranno sostituire i tamponi molecolari, ma costituiranno un rafforzamento del sistema dei controlli.

L’esame del tampone potrebbe avvenire a 24-36 ore dal match per ridurre la finestra di esposizione non coperta dai test. Il risultato, questo sul modello Uefa per ciò che riguarda le squadre che giocano in casa, dovrà arrivare almeno sei ore prima della partita.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy