Tronchetti Provera: “Hakimi ricorda Maicon. Scudetto Inter? Il potenziale c’è”

L’amministratore delegato di Pirelli esulta per il trionfo sui rivali bianconeri

di Antonio Siragusano

Vittoria di cuore e di gioco quella ottenuta ieri sera dall’Inter contro la Juventus. Dal più classico dei gol degli ex a firma di Arturo Vidal al 2-0 confezionato da Bastoni e Barella, la squadra di Antonio Conte ha eseguito il copione alla perfezione, sfiorando addirittura un risultato ancor più largo. Dei tre punti ottenuti contro i rivali storici ha comunque parlato l’amministratore delegato di Pirelli Marco Tronchetti ProveraLa politica nel pallone’ su Rai Gr: “È stata una grandissima partita. Il risultato conta, certo, altrettanto il modo in cui la Juventus è stata battuta. Ho visto una squadra compatta, messa benissimo in campo, soprattutto a centrocampo: la soddisfazione è grandissima”.

Achraf Hakimi, Getty Images

HAKIMI – “Match straordinario, come tutti, nel quale ha segnato il classico gol dell’ex. In generale, non avremmo potuto chiedere di più: l’Inter ha avuto 5-6 occasioni da gol, concedendo pochissimo. La squadra ha qualità straordinarie, è completa e la panchina è importante: c’è da essere fiduciosi, il cammino davanti può essere molto positivo considerando che alcuni ragazzi, come Barella e Bastoni, hanno superato le aspettative. E non dimentico Hakimi: quando lo vedo, mi viene in mente Maicon…”.

SCUDETTO – “Direi che è ancora presto, anche se il potenziale c’è. Occhio al Milan, giovane, forte e guidata da chi, da solo, può vincere le partite. E parlo di Ibrahimovic, e alla stessa Juventus: vero, ha vissuto una serata-no, ma la rosa è di altissimo livello. E poi c’è il Napoli. Niente è già deciso, può cambiare tutto nel giro di 2-3 settimane. In ogni caso, vedere Milano al vertice, fa piacere sia a noi che ai cugini milanisti”.

>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy