Lotito: “Nel mondo del pallone non contano solo i soldi, tante famiglie dipendono dal calcio”

Il presidente della Lazio è tra i maggiori precursori per la ripartenza

di Antonio Siragusano

E’ sicuramente meno polemico di altre volte, Claudio Lotito, nel suo intervento nel corso dell’intervista concessa per Lazio Style Magazine. Stavolta il presidente della Lazio, pur insistendo sulle ragioni della ripartenza del campionato a tutti i costi, analizza il fenomeno da un punto di osservazione diverso rispetto alle altre volte, ponendo l’attenzione sulle famiglie che grazie al calcio sopravvivono e che hanno bisogno di poter ricevere sostentamento con la ripartenza del settore.

RIPARTENZA – “La salute è un bene primario, garantito dalla Costituzione, quindi non va solo preservato ma anche tutelato e difeso a tutti i costi. Però mi pongo un problema, come uomo, come padre di un figlio e come presidente di una squadra di calcio. Il problema che mi pongo è quello di far sposare la tutela della salute con la ripartenza, che consente a tante famiglie di portare a casa il sostentamento”. 

ADDETTI AI LAVORI – “Una società è composta da magazzinieri, fisioterapisti, cuochi, camerieri, autisti, impiegati. I media hanno bollato il settore del pallone come un manipolo di assetati di soldi, non riflettendo su questo. Il mio augurio per mio figlio, per i vostri figli, per noi tutti, è che questo periodo passi e che si possa, con tutte le precauzioni che vogliamo e dobbiamo attuare, ritornare a ritrovarci tutti insieme”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Deadline Barcellona per Lautaro, l’Inter dice ancora no. Da domani si torna ad Appiano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy