Castellacci: “Coronavirus? C’è stata superficialità: io fui preso per un folle”

Castellacci: “Coronavirus? C’è stata superficialità: io fui preso per un folle”

L’ex medico della Nazionale italiana racconta il suo punto di vista in merito all’emergenza

di Giuseppe Coppola

Intervistato dai microfoni di TMW, l’ex medico della Nazionale Italiana Enrico Castellacci, con un passato da medico della Nazionale cinese ed oggi consulente del Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro, ha parlato dell’emergenza Coronavirus che ha colpito l’Italia, raccontata anche attraverso la sua esperienza in Cina.

“Quindici giorni fa – racconta Castellacci – ne parlavamo in maniera ludica mentre dissi che sarebbero stati da bloccare tutti i campionati. Sembrava una cosa folle. Una pandemia di questo genere si combatte se si riesce a rallentare il virus. Siamo stati faciloni, specialmente i giovani che rinunciano con rammarico alla movida, all’aperitivo, addirittura ai rave party. C’è stata superficialità, trattandola come un’influenza che non è. Le direttive poi non sono state drammatiche da subito per non interagire a livello psicologico con utenza e cittadino, poi però c’è la psicosi che prende piede quando si vedono assalti ai supermercati con derrate alimentari che ci saranno anche in futuro. Viene l’angoscia, passiamo da un estremo all’altro”. Queste le parole del dottor Castellacci in merito all’emergenza Coronavirus. Un allarme che si è trasformato in pandemia e che, tra gli altri, ha paralizzato soprattutto il nostro Paese.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Europa League, Inter-Getafe rinviata. La Uefa valuta il recupero in campo neutro a gara secca

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy