CHE FINE HA FATTO – Belfodil, dal paragone con Benzema al fallimento: l’algerino adesso è rinato in Germania

CHE FINE HA FATTO – Belfodil, dal paragone con Benzema al fallimento: l’algerino adesso è rinato in Germania

Ottavo appuntamento con la nuova rubrica settimanale di PassioneInter.com

di Antonio Siragusano

‘Che fine ha fatto’ è la rubrica settimanale di Passioneinter.com che tratterà i vari giocatori transitati in nerazzurro che sono poi finiti nel dimenticatoio, raccontando come è proseguita la loro carriera una volta andati via dall’Inter.

Reduce da un importante trasferimento che potrebbe dare nuovo slancio alla sua carriera, questa settimana toccherà all’ex centravanti interista Ishak Belfodil.

Neanche a farlo apposta, la carriera di Belfodil inizia curiosamente nell’OSC Internazionale, club della periferia parigina in cui affronta quasi interamente i suoi anni di formazione. Il grande salto avviene nel 2005, quando il Paris Saint Germain lo nota e decide di aggregarlo alle proprie giovanili. A Parigi, però, non scocca la scintilla, e l’attaccante algerino viene successivamente sballottato in squadre di serie minori – come AC Boulogne BillencourtClermont Foot – prima di firmare un triennale per il Lione nel novembre 2008.

Dopo i primi sei mesi trascorsi con i compagni dell’Under 18, Belfodil viene stabilmente aggregato alla squadra maggiore nella stagione successiva, vedendo il campo in sole 3 occasioni, esordendo nel terzo turno preliminare della Champions League in occasione della vittoria per 3-1 sull’Anderlecht. Per un anno e mezzo, a partire dall’estate del 2010 , visto l’andamento al di sotto delle aspettative, viene inserito nella seconda formazione del club francese. Da qui, la scelta di lasciare il Lione nel gennaio 2012 ed accasarsi in prestito al Bologna. Un’esperienza alquanto negativa, considerando che nelle otto presenze in Serie A con i rossoblu non riesce a trovare neanche una volta la via della rete, ma che serve per attirare intorno al ragazzo l’interesse del Parma.

Proprio i giallobù, nel giugno 2012, ne ufficializzano il passaggio a titolo definitivo. Qui, si riscopre un calciatore maturo e tutto nuovo. Le 8 realizzazioni in 34 presenze sono una dimostrazione del suo innato talento. Per questo motivo, al termine del campionato, l’Inter raccoglie la sfida e definisce l’acquisto dell’algerino in comproprietà con il Parma, inserendo nell’operazione la cessione di Antonio Cassano. In nerazzurro, l’attaccante soffre però la concorrenza degli inamovibili Milito e Palacio, senza dimenticare che nello stesso anno era arrivato anche un certo Mauro Icardi. Un solo gol ed una espulsione, una bocciatura evidente che porta la Beneamata a cedere il ragazzo già nella finestra di gennaio, in prestito al Livorno. Anche qui zero gol, pochi boati e quella sensazione di aver buttato al vento le proprie chance.

Nell’annata 2014-15, dopo essere definitivamente stato riscattato dal Parma, Belfodil conclude con una sola rete all’attivo. L’ennesimo fallimento lo porta ad abbandonare la Serie A. Il 28 luglio 2015 firma un biennale con il Baniyas. Con la maglia del club emiratino disputa 25 partite e realizza 13 gol. Ad un tratto, sebbene in un campionato di gran lunga inferiore a quelli europei, il giocatore sembra aver ritrovato fiducia. La conferma arriva l’anno dopo, quando allo Standard Liegi mette a segno 11 reti. Il 31 agosto 2017 torna a giocare nel calcio che conta. La grande chiamata arriva dalla Bundesliga, con il Werder Brema che se lo aggiudica in prestito. 29 presenze e sei timbri, tanto basta per convincere l’Hoffenheim a puntare forte sul calciatore. E’ di pochi giorni fa, infatti, la notizia che Belfodil ha firmato un quadriennale con il club tedesco che il prossimo anno disputerà la Champions League, grazie al terzo posto ottenuto in questa stagione.

Una nuova chance, dunque, forse l’ultima per Belfodil. Quel giocatore che da giovane veniva paragonato a Benzema e che finalmente, adesso, avrà l’opportunità di poterlo fronteggiare in Champions League.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy