Inter-Udinese, la partita in pillole: tifo eccezionale, Champions obiettivo da non fallire e serve più qualità

Inter-Udinese, la partita in pillole: tifo eccezionale, Champions obiettivo da non fallire e serve più qualità

Lautaro dà la scossa, Keita non sfrutta l’occasione

di Marco Accarino, @AccarinoMarco

La Gazzetta Sportiva ha analizzato la partita tra Inter ed Udinese estrapolando delle pillole da cui ripartire per avvolgere il nastro del match.

OBIETTIVO CHAMPIONS – Questa Inter va registrata e pure migliorata: l’obiettivo è entrare nuovamente in Champions League e non si può sbagliare. Per una notte (o forse anche più) si è a +6 dal Milan e +7 dalla zona Europa League, grazie anche ad un Icardi che fa reparto da solo.

PIÙ QUALITÀ – La squadra è tornata ad affidarsi unicamente alle gesta del suo capitano. Il 4-3-3 di Spalletti alla lunga ha un gioco ripetitivo e facilmente leggibile, soprattutto perché due interpreti come Brozovic e Borja Valero faticano a livello fisico a tenere il ritmo giusto per tutta la gara. Keita non sfrutta l’occasione per scalzare Perisic, mentre l’ingresso di Lautaro Martinez dà all’Inter più soluzioni ed una scossa emotiva che porta al gol.

TIFO ECCEZIONALE – Ciò che va sempre bene e va sottolineato è il meccanismo del tifo nerazzurro: nonostante il freddo a San Siro c’erano all’incirca 60.000 spettatori. Il discorso della demolizione fatto da Spalletti in conferenza stampa alla vigilia della partita non tocca i supporters interisti, sempre devoti alla causa nerazzurra.

Le PAGELLE di Inter-Udinese: Icardi insaziabile, Vrsaljko ara la fascia. Un S.O.S. per Borja

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale telegram di Passioneinter.com

KARAMOH TORNA A SAN SIRO ED ELOGIA L’INTER: “AMBIENTE TOP!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy