Conte: “Infortuni? Non ha senso piangersi addosso”. De Vrij: “Siamo migliorati rispetto all’andata”

Conte: “Infortuni? Non ha senso piangersi addosso”. De Vrij: “Siamo migliorati rispetto all’andata”

Le parole del tecnico e del difensore nerazzurro in conferenza stampa

di Antonio Siragusano

Giornata di vigilia per l’Inter di Antonio Conte, atterrata da pochi minuti a Praga dove domani sera incontrerà lo Slavia per il match decisivo di Champions League. Ricordiamo che i nerazzurri sono obbligati ad ottenere i tre punti per rimanere in corsa e sperare nella qualificazione agli ottavi di finale. Solo in caso di due vittorie nelle ultime due giornate europee, rispettivamente contro Slavia Praga e Barcellona, la formazione nerazzurra otterrà il pass per il turno successivo.

A partire dalle 18.30, intanto, presso la sala dell’Eden Arena di Praga, Antonio Conte insieme a Stefan de Vrij ha risposto alle domande dei giornalisti presenti, per fare soprattutto un punto dei calciatori infortunati ed indisponibili per la gara di domani. Come sempre, Passioneinter.com ha riportato in diretta le parole del tecnico leccese e del difensore.

CONTE

INFORTUNI – “C’è voglia di fare bene e non ha senso piangersi addosso per gli infortuni. Ho sempre chiesto una grande risposta da parte dei calciatori e me l’hanno sempre data. Mi sento tranquillo e sereno, ho un gruppo di ragazzi affidabili, riescono a trovare sempre forza ed energia, anche nei momenti di difficoltà. Conosciamo l’importanza della partita di domani, dobbiamo guardare ai presenti, ho piena fiducia in tutti. Ci giocheremo le nostre carte sapendo che sarà una partita difficile. E’ anche stimolante, ci deve dare entusiasmo a giocare, la dobbiamo vivere con gioia. Al tempo stesso con la consapevolezza che stiamo crescendo come squadra e siamo più squadra rispetto all’andata”.

RISULTATO – “Il risultato domani diventa importante, ma parto dal presupposto che il risultato il 98% delle volte dipende dalla prestazione. Creare occasioni, essere organizzato, deve andare di pari passo alla voglia di risultato. Vedere una continua crescita della squadra è importante. Oggi siamo più squadra rispetto all’andata, c’è stato più tempo per lavorare e capire che tipo di calcio vogliamo giocare. Mi auguro questa crescita possa continuare anche in Europa”.

GIRONE TOSTO – “Giochi la competizione più importante e sai bene di incontrare squadre top. La Liga in Champions arriva sempre a giocarsi step importanti per vincere. Il Dortmund è l’antagonista in Germania del Bayern, lo Slavia Praga vince il campionato a mani basse. Sono squadre forti, con una mentalità vincente acquisita nel tempo, mi sembra scontato affrontare più difficoltà in Champions. Ma noi abbiamo iniziato un percorso, crescendo in Italia cresceremo anche in Europa. Ancora siamo agli albori, siamo una squadra ‘neonata’. Ripeto, vogliamo crescere e per noi è importante continuare in questa competizione per accumulare esperienza e giocare partite di un certo tipo”.

MERCATO – “Parlare oggi di mercato non mi sembra giusto, ne deve parlare la società. Non mi sembra il momento, noi dobbiamo parlare dei presenti. Io devo ringraziare i presenti che ci hanno portato qui e stanno facendo qualcosa di importante. Pensiamo a domani, è una partita importante, vogliamo giocarci le nostre chance. Non ne abbiamo tante, ma sta a noi alimentarle. Mi aspetto una partita aperta, che vinca il migliore!”.

CAMBIO MODULO – “Noi stiamo lavorando dal primo giorno di ritiro con i ragazzi, stiamo lavorando su un’idea ed è importante. Tutti i calciatori della rosa hanno sposato l’idea che abbiamo, non vedo il motivo perché noi anche in virtù di assenza dobbiamo cambiare la nostra idea. Tutti si sono sempre allenati come se dovessero partire da titolari, tutti conoscono lo spartito. Ho fiducia in tutti i calciatori, ho voluto che tutti restassero. L’esempio ultimo della partita con il Torino è l’ingresso di Borja Valero, un giocatore che è entrato, si è allenato per tre mesi e mezzo per quella situazione, ed ha risposto presente. Da questo punto di vista sono molto tranquillo, non cambieremo la nostra idea di calcio. Non sarebbe positivo, perché stiamo lavorando da alcune cose e stiamo avendo risposte importanti. Possono cambiare gli interpreti, ma l’idea sarà sempre uguale”.

CONVOCATI – “Non c’è Barella, non c’è Sensi e non c’è Asamoah. Sanchez? Si, è un lungodegente. Politano è qui insieme a Gagliardini”.

DE VRIJ

STAGIONE – “La migliore della mia carriera ? La stagione è ancora lunga. Mi sento bene e sto andando bene ma ci sono ancora tante partite da giocare. Guardo sempre in avanti alla prossima partita, quelle alle spalle sono passate”.

AVVERSARI CHAMPIONS – “Ormai da tanti anni gioco in Italia, le squadre si conoscono bene. In Europa invece gli avversari non li conosciamo, giocano in modo più fisico, corrono tanto. Abbiamo visto all’andata che è stato complicato, ma siamo migliorati tanto e siamo preparati”.

DIFESA – “Gol subiti in Champions? In casa con il Dortmund ci siamo riusciti. In Champions si gioca con i migliori, gli avversari sono più forti. Calciatori come Messi, Suarez, tutti hanno attaccanti forti. Lo Slavia ha un modo di giocare offensivo, non è mai facile e cerchiamo sempre di non subire gol. Sappiamo che possiamo ancora migliorare tanto, ci alleniamo tutti i giorni per questo”.


Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Nuovo Stadio – Sala : “Vorrei un incontro con Inter e Milan, resto ottimista”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy