Sala: “No alla demolizione di San Siro? E’ difficile immagine due strutture vicine”

Sala: “No alla demolizione di San Siro? E’ difficile immagine due strutture vicine”

Le parole del sindaco di Milano sul nuovo stadio che vogliono costruire Inter e Milan

di Martina Napolano, @OnlyLoveINTER

Beppe Sala, sindaco di Milano, a margine dell’evento ‘onLife’ promosso da La Repubblica, ha commentato la scelta di Inter e Milan di costruire un nuovo stadio e demolire San Siro. Il sindaco, ieri, ha ricevuto un parere dalla Sovraintendenza delle Belle Arti, sulla possibilità di non demolire San Siro. Ecco le sue parole: “Bisogna rifletterci perché il parere è arrivato ieri sera e secondo me anche in modo un po’ inaspettato. Personalmente non avevo sentore di questa presa di posizione, dico solo un punto di principio: è veramente molto difficile immaginare due strutture, nuova e vecchia, una vicina all’altra. Delle due l’una, è un altro elemento di riflessione e bisognerà ragionarci nei prossimi giorni. La lettera va anche un po’ interpretata e c’è da capire come si può lavorare rispetto a questo tipo di vincolo. Bisogna ragionarci, c’è ancora ampio margine“.

“Io continuo a sostenere che le squadre devono spiegare perché a loro parere non si può scegliere la strada della riqualificazione, mi risulta che ci stanno lavorando. Qui la regola è sempre la stessa: cioè della totale trasparenza, in modo tale che se i cittadini si convinceranno poi diventerà anche più facile per la politica prendere alcune vie. Ma ad oggi mi pare che la consapevolezza delle squadre è che sia impossibile ristrutturare San Siro. Ma non è una consapevolezza che è stata diffusa e spiegata ai cittadini“.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Inter-Juventus, Conte: “Lukaku? Giocherà se darà garanzie. Basta con l’odio in Italia, sarò il primo a smettere”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy