La corsa allo scudetto si tinge di nerazzurro

di Redazione PI

Giocando col titolo di una commedia di Shakespeare la speranza è che non si trasformi in un sogno di mezza estate.

Perché dalla stagione del triplete in poi, mai l’Inter s’era affacciata al via della A con così tanti occhi puntati addosso. Non solo degli addetti ai lavori, ma anche dei tifosi. Nerazzurri o di altri colori. Insomma, un po’ tutti la indicano come la rivale principale della Juventus nella corsa allo scudetto 2018/2019.

Reduce da un calciomercato con i fiocchi, a prescindere dall’arrivo o meno del vicecampione del mondo Luka Modric, la squadra di Luciano Spalletti ha infatti saputo trattenere l’attaccante argentino Mauro Icardi e rinforzarsi facendo spesa su entrambe le sponde della capitale. Per primo è arrivato un giocatore il cui compito sarà di rendere ancora più solida la quarta difesa meno battuta dello scorso campionato, l’ex laziale Stefan de Vrij. Poi un guerriero del centrocampo che il mister originario di Certaldo conosce molto bene avendolo allenato per qualche anno in giallorosso, Radja Nainggolan.

Due tasselli che portano in nerazzurro centimetri, muscoli, esperienza.

L’avvio del campionato non desta particolari preoccupazioni. Almeno sulla carta. Perché proprio contro le cosiddette piccole negli ultimi anni il Biscione ha lasciato per strada punti importanti. E soprattutto ha accusato colpi al morale che hanno finito col lasciare un bel po’ di strascichi.

I momenti chiave della stagione saranno sicuramente quelli che arriveranno in chiusura d’ottobre e prima della sosta invernale.

Fra il nono e decimo turno ecco infatti prima il derby casalingo contro il Milan, poi la trasferta nella capitale contro la Lazio.

La prima è una gara che come ci raccontano le statistiche di calcio nei campionati a girone unico (62 vittorie, 55 pareggi, 51 sconfitte) è difficile da pronosticare. La seconda rappresenterà per i biancocelesti la rivincita della sfida che qualche mese fa li ha estromessi dalla Champions League 2018/2019 dopo una stagione cominciata con la vittoria nella Supercoppa nostrana.

Ma il mese più interessante, volendoci fidare di quell’amico che continua a ripetere “Scommetti live su NetBet”, sarà dicembre. Nei primi due weekend arriveranno la sfida contro la Roma (72 vittorie, 49 pareggi, 49 sconfitte in Serie A) in trasferta e il derby d’Italia contro la Juventus (46 vittorie, 43 pareggi, 81 sconfitte sempre nel massimo torneo) fra le mura di casa. Subito dopo Natale, in quello che gli anglosassoni chiamano il boxing day, ecco l’incrocio al Meazza col rinnovato Napoli (63 vittorie, 36 pareggi, 45 sconfitte dal 1929 in poi e in A) di Carlo Ancelotti, team che solo qualche mese fa ha sfiorato lo scudetto e che per migliorarsi ha quindi un unico obiettivo.

Ma come scritto qualche riga sopra, nella corsa al tricolore che sta per partire, ci sarà da fare i conti anche con la Beneamata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy