Bergomi: “Dzeko-Inter? Colpo da scudetto, ti proietta in una nuova dimensione. Ma attenzione a Lautaro”

L’attaccante bosniaco potrebbe sbarcare a Milano in uno scambio con Sanchez

di Raffaele Caruso

Edin Dzeko sarebbe per Conte il rinforzo ideale per lo scudetto. Parola di Beppe Bergomi. Lo Zio, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha commentato l’ipotesi di scambio Dzeko-Sanchez tra Roma e Inter, nata in queste ultime ore di mercato.

Edin Dzeko, Getty Images

Ecco le sue parole: “Chiaramente un affare del genere sarebbe un messaggio alle rivali e permetterebbe all’Inter di fare un ulteriore step di crescita. Quando arrivi a un certo livello, l’ultimo passo diventa quello più complicato da fare. Ma Dzeko, se arriva con la testa giusta, è proprio quel giocatore che ti proietta in una nuova dimensione”.

Sì allo scambio:Beh, così su due piedi, come si fa a dire il contrario? Confesso di essere anche un po’ sorpreso, comunque l’idea Dzeko mi piace tanto, anche se nel mio immaginario vedo sempre una coppia di attaccanti completa quando si ha un centravanti puro e una punta che gli gira intorno. Chiaro che bisognerà stare attenti anche ad eventuali effetti negativi. Non c’è certezza che una soluzione del genere funzioni al cento per cento, perché alla fine vai a toccare degli equilibri anche mentali che questa squadra sembra finalmente essere riuscita a raggiungere”.

Su Lautaro: “In questo lasso di tempo possiamo dire che Lautaro qualcosina ha dimostrato, non crede? Ecco, non vorrei che poi Martinez possa sentire il contraccolpo psicologico di un altro attaccante così forte e carismatico. Perché poi chi tieni fuori?.

Dzeko perfetto sia per Lautaro che per Lukaku: “Di sicuro è impossibile vederli tutti e tre in campo insieme, mentre Sanchez permette a Conte di puntare anche sul tridente in caso di necessità, perché Alexis ha le qualità per ballare anche sulla trequarti, come abbiamo visto nell’ultimo derby. Con Edin però l’Inter avrebbe una carta in più da giocare contro le difese chiuse, perché col bosniaco puoi permetterti di alzare la palla, di buttarla in avanti e sfruttare il gioco aereo, cosa che oggi manca ancora a Lukaku. Romelu è devastante, ma nonostante il fisico, non è un gran colpitore di testa e i numeri lo dimostrano”.

Personalità da vendere: “Non conosco il bosniaco come persona, quindi non saprei dire. Di sicuro ha personalità: la soluzione è sempre quella di pensare tutti al bene dell’Inter, il resto viene da sé“.

L’amico Kolarov:Avere già dei punti di riferimento all’interno del nuovo gruppo può sicuramente fare la differenza. E poi conosco l’uomo Kolarov, straordinario. Se Dzeko ha la sua stessa umiltà e cultura del lavoro, Conte può stare tranquillo: per lui sarebbe quasi un doppio colpo“.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy