Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato inter

GdS – Come potrebbe giocare Paredes nell’Inter di Conte

Leandro Paredes, Getty Images

Il centrocampista argentino è tornado di moda nella sede di Viale della Liberazione

Antonio Siragusano

"L'improvviso esonero di Thomas Tuchel e l'arrivo imminente di Mauricio Pochettino sulla panchina del Paris Saint Germain, potrebbe scombinare i piani del club parigino. Con l'ingaggio del tecnico argentino, infatti, in molti reputano quasi scontato che l'allenatore come primo desiderio per il mercato di gennaio possa chiedere Christian Eriksen dall'Inter. Il trequartista danese è stato messo ufficialmente in vendita da Beppe Marotta e sarebbe ben lieto di riabbracciare l'uomo che al Tottenham ha saputo valorizzarlo meglio di chiunque altro.

Christian Eriksen, Getty Images

"In cambio, però, l'Inter farà il nome di Leandro Paredes, centrocampista già vicino ai nerazzurri la scorsa estate nell'ambito di uno scambio con Brozovic saltato sul più bello. Qualora l'argentino dovesse arrivare in maglia nerazzurra, come potrebbe essere utilizzato da Antonio Conte? Va detto che stiamo parlando di un calciatore innanzitutto molto duttile, arrivato in Italia con la fama di trequartista. Fu soprattutto Marco Giampaolo all'Empoli - come ricordato da gazzetta.it - ad arretrargli il raggio d'azione, anche se successivamente la trasformazione in regista avvenne con Roberto Mancini allo Zenit.

"Definirlo regista puro, però, non sarebbe corretto. Il centrocampista argentino è più un geometra del centrocampo, bravo a recuperare palla e cercare immediatamente la verticalizzazione. Ed è con questa caratteristica, infatti, che arrivato a Parigi ha fatto la fortuna di due velocisti come Mbappé e Neymar. All'Inter troverebbe l'amico e connazionale Lautaro Martinez in coppia con Romelu Lukaku, due che a campo aperto se la cavano 'discretamente' bene. Per cui, che sia in un centrocampo a tre o a due uomini, Paredes non avrebbe alcuna difficoltà a calarsi nella parte che Conte deciderà di assegnargli qualora dovesse arrivare a Milano.

Potresti esserti perso