Coronavirus, l’Argentina si prepara. L’esempio del Lanus spiegato a Passioneinter.com: “Strutture e hotel a disposizione della sanità”

Coronavirus, l’Argentina si prepara. L’esempio del Lanus spiegato a Passioneinter.com: “Strutture e hotel a disposizione della sanità”

Il dirigente Chebel a Passioneinter.com racconta le iniziative per contrastare la crisi: “Speriamo passi presto. Non bisogna pensare al lucro”

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

“Quedate en casa”. Dalla sera di giovedì l’Argentina, per mano del presidente Alberto Fernandez ha deciso di combattere frontalmente la crisi sanitaria che sta mettendo paura al mondo: lockdown nazionale, restano attivi solo i servizi essenziali, almeno fino al 31 marzo. Allo stato attuale ci sono 4 morti per COVID-19 e 158 casi registrati di contagio. Numeri lontani da quelli cui siamo tristemente abituati in Italia, ma nel 2020 le notizie corrono in fretta ed in tutto il Sudamerica si cerca di prevenire il più possibile quanto in Europa è ormai difficile da controllare.

E’ un momento inedito, al quale molti governi di paesi economicamente sviluppati stanno facendo fatica a far fronte. E’ piacevole dunque leggere e venire a conoscenza di quegli esempi virtuosi da parte di tutti coloro che, più di altri, possono fare davvero molto per aiutare sanità e governi a vincere questa guerra.

Riportiamo dunque quanto giunge dall’Argentina da questo punto di vista: alcuni club della massima serie di calcio, fra cui il Lanus, seguito dal Rosario Central, il San Lorenzo, il Velez, il Boca Juniors ed il River Plate, hanno fatto sapere di voler mettere a disposizione, qualora ce ne fosse bisogno, tutte le strutture di loro proprietà al governo ed al sistema sanitario. Una cosa non da poco considerando che qua in Italia in diverse città si sta facendo fatica a trovare lo spazio fisico dove poter curare i pazienti.

“Hotel e pensione del club sono a disposizione” – spiega Chebel, dirigente del club, in esclusiva ai microfoni di Passioneinter.com – “per un totale di 173 letti a disposizione qualora nella città di Lanus dovesse esserci un picco di contagi”. 

“Per questa ed altre ragioni” – continua Chebel“pensiamo che in Argentina i club debbano essere strumenti sociali gestiti dai soci e senza scopo di lucro. Siamo orgogliosi di pensare in questo modo e spero che questo possa accadere presto. L’Argentina si muove con anticipo? Sì, le informazioni che arrivano dall’Europa hanno contribuito”.

Di seguito il post su Instagram con cui il Lanus ha annunciato la pregevole iniziativa:

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Calendario e ingaggi, la proposta di Marotta. Aubameyang e Coutinho nel mirino, Godin valuta l’addio

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy