Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

ESCLUSIVA – Radaelli (scopritore Lautaro): “La prima volta dopo 30 minuti avevo già capito. Non ha limiti, è pronto a tutto”

Il tecnico che ha scoperto il Toro si racconta in esclusiva su Passioneinter.com

Antonio Siragusano

"Se oggi abbiamo la fortuna di apprezzare il talento di Lautaro Martinez, buona parte del merito va attribuita anche all'allenatore che prima di ogni altro ne aveva intravisto il talento. Stiamo parlando di Fabio Radaelli, ex coordinatore delle giovanili del Racing de Avellaneda, oggi coordinatore dell'Aldovosi. Nelle parole rilasciate in esclusiva per Passioneinter.com, il tecnico ha raccontato l'estrema facilità con cui il Toro si è messo in evidenza ai suoi occhi la prima volta che lo ha visto toccare il pallone. E, a distanza di anni, il rapporto tra i due rimane costante, segno di grande umiltà da parte dell'attaccante argentino oggi protagonista all'Inter.

"A seguire, l'intervista realizzata a Fabio Radaelli:

"Cosa ti ha sorpreso delle caratteristiche di Lautaro Martinez quando lo hai visto da giovane?

"Quello che mi ha colpito di Lautaro Martinez è stata la facilità ad utilizzare entrambi i piedi e il suo gioco aereo. L'ho osservato e in poco più di trenta minuti avevo già capito tutto. La sua tecnica ha subito richiamato la mia attenzione".

"Ti aspettavi un impatto così impressionante con il calcio europeo?

"Non mi posso mai sorprendere per quello che sta facendo, né mi potrò sorprendere per ciò che gli capiterà nel mondo del calcio. Per me è un ragazzo che non ha limiti, è un calciatore di prima classe, è già pronto per tutto".

"La sua prossima tappa sarà al Barcellona, o pensi che possa rimanere ancora all'Inter?

"Non spetta a me commentare la scelta che prenderà per il suo futuro. L'unica cosa che posso dire è che ovunque andrà a giocare farà sempre bene, perché è un top player".

"Sei ancora in contatto con Lautaro?

"Ogni tanto parliamo, ci unisce una relazione di rispetto e riconoscimento reciproco".

"Ci sono altri giovani argentini pronti per approdare nei club europei?

"I club che mi contattano lo fanno perché sanno che ho le capacità per trovare questo tipo di calciatori. Alcuni giovani hanno bisogno di crescere calcisticamente, sono diamanti grezzi. Il mio lavoro può capitalizzare economicamente il club con cui lavoro, e per fortuna l'ho potuto fare con il Cadetes de Mar del Plata, il Tigre, il Racing de Avellaneda, e spero di potercela fare anche nell'Aldosivi, dove attualmente coordino il calcio amatoriale".

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/