Accadde Oggi – 28 agosto 2005: il campionato inizia nel segno di Adriano: tripletta di pura classe al Treviso

Imperatore decisivo con tre reti alla prima giornata di una Serie A poi vinta dai nerazzurri

di Paolo Messina
adriano favelas

L’alba di una nuova stagione è sempre ricca di fascino. Obiettivi da fissare, speranze e sogni dei tifosi da cullare e un’alchimia di squadra da perfezionare prima di lasciare spazio al campo. Il 28 agosto del 2005 l’Inter battezza un campionato che alla fine dei conti si rivelerà vincente con un ottimo 3-0 al neo promosso Treviso: mattatore assoluto di quel match è stato un certo Adriano Leite Ribeiro.

Il brasiliano, ex attaccante classe ‘82, è uno di quei giocatori da annotare alla lista “fenomeno, ma potenziale sprecato”. All’Inter ha dato il meglio della sua carriera, ma la sensazione dell’amaro in bocca per quello che poteva essere e che non è stato causa anche extracampo, rimane ancora oggi. Senza soffermarci sull’ampia storia del fantasista in nerazzurro, concentriamoci sulla sfida al Treviso. La squadra di Mancini inizia a premere sull’acceleratore fin dalle battute iniziali. La prima azione degna di nota vede un tiro a lato di Recoba. Al 16’ è lo stesso Adriano a provare la conclusione dal limite dell’area. La palla, troppo centrale, è respinta da un certo Samir Handanovic andando così a creare un intreccio non indifferente a vederlo oggi. La Beneamata va ancora più vicina al gol con l’incrocio dei pali colpito dal Chino su cross di Veron. L’uruguaiano è scatenato al 28’. Una sua punizione impegna ancora Handanovic con una parata di ottimo stile.

La svolta dell’intera partita arriva al 32’, quando Adriano prende palla sulla fascia destra e comincia a galoppare. Le sue falcate velocissime lo portando verso l’area di rigore e una volta entrato in zona interessante scaraventa un bolide rasoterra a trafiggere il primo palo. Si va al riposo con una rete, ma la sensazione è che i nerazzurri abbiano già i tre punti dalla loro.

Nel secondo tempo la storia non cambia. Al 68’ è Stankovic ad illumiare Adriano con un cross arrivato all’altezza dell’area piccola. L’Imperatore addomestica il pallone e con un sinistro semplice ma efficace batte Handanovic per la seconda volta. Il Treviso, nonostante la buona attitudine a farsi vedere in avanti, viene definitivamente stanato al 79’. Azione solitaria di Pizarro che salta un paio di uomini seminando il panico. Presentatosi in area di rigore, appoggia al compagno Adriano che stoppa di destro e tira in maniera fulmina con il sinistro sempre a trovare il primo palo, per poi gonfiare la rete. Il resto del match è solo un tranquillo epilogo con il triplice fischio dell’arbitro Tagliavento.

Chi ben comincia è a metà dell’opera e grazie ad Adriano, l’Inter di Mancini ha potuto festeggiare nel migliore dei modi l’avvento della nuova stagione. Celebrazioni che saranno ripetute in grande stile a fine anno con la conquista di uno scudetto assegnato dopo i fatti di calciopoli.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Scelto l’arbitro di Inter-Bayer Leverkusen. Lu-La, numeri da record, intervista ESCLUSIVA ad Alvaro Pereira

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy