Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Tensioni Israele-Palestina sulla Striscia di Gaza, a rischio l’amichevole Argentina-Uruguay? La AUF: “Non resta che attendere”

Nella gara di Tel Aviv dovrebbero fronteggiarsi Lautaro Martinez, Vecino e Godin

Lorenzo Della Savia

"A chiunque seguisse almeno un po' cosa stia succedendo in Medio Oriente, la vicenda sarà già nota. Per gli altri la riassumiamo in breve: sulla Striscia di Gaza è ripiombato il caos, con i jihadisti palestinesi che hanno ripreso a lanciare decine di razzi contro diverse città israeliane, specie quelle poste sul confine con la sopra citata Striscia e la regione di Gush Dan. Il che sta creando, ovviamente, situazioni di indubbio scompiglio a livello pubblico e sociale, anche per quanto riguarda alcune partite internazionali che si dovrebbero giocare - in questi giorni - proprio in Israele, tra Gerusalemme e Tel Aviv: oltre a Israele-Polonia (valida per le qualificazioni agli Europei), sotto la lente d'ingrandimento c'è anche l'amichevole del prossimo 18 novembre tra Argentina e Uruguay, che dovrebbe andare in scena a Tel Aviv, e in cui dovrebbero affrontarsi gli interisti Lautaro Martinez (argentino) e Matias Vecino e Diego Godin (uruguaiani).

"Normale che ci si stia interrogando sul da farsi: il fatto che la zona sia connotata tra profonde tensioni socio-politiche è un motivo di preoccupazione, ma suscita ancor più ambasce il fatto che - per dire - uno dei razzi palestinesi si sia infranto contro un'autostrada vicino a Gan Yavne, a nord della Striscia di Gaza: un fatto che potrebbe indurre gli organizzatori dell'amichevole a procedere con i piedi di piombo. Sull'eventuale cancellazione della partita il dibattito è già scoppiato: nel frattempo, Ignacio Alonso (presidente dell'AUF, la Federcalcio uruguaiana) fa sapere che "abbiamo preso contatti con la Federcalcio argentina, con Israele e con l'ambasciata uruguaiana a Tel Aviv. A oggi non abbiamo elementi sufficienti per cambiare i programmi prestabiliti. Non resta che attendere". Ed è vero che non resta che attendere per capire se, di fronte ad uno scenario simile, sarà lo sport ad essere costretto a fare un passo indietro.

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/dzeko-confessa-il-mercato-e-stato-lungo-avevo-la-testa-ovunque-ora-sono-motivato/